Quagliarella in lacrime presenta a Genova il film sulla sua carriera

SULLO STESSO ARGOMENTO

Un pianto commosso e quasi liberatorio per Fabio Quagliarella dopo la visione dell’instant movie “The untold truth” che ne ripercorre la carriera.

Ma anche l’amara vicenda che lo ha visto vittima di uno stalker, agente della polizia postale, che per anni lo ha minacciato in maniera anonima, obbligandolo a lasciare Napoli. “E’ piu’ semplice segnare da meta’ campo che ripercorrere quella vicenda”, ha detto il 38enne attaccante di Castellammare di Stabia della Samp a fine proiezione. “Il documentario ti fa ripercorrere le tappe salienti della carriera e della vicenda, ti fa male”, ha aggiunto Quaglia, “io sono introverso e non aver dato anche ai miei ex compagni di squadra come Leo (Bonucci) e altri la parte gioiosa di me, perche’ difficilmente ero partecipe, perche’ dentro ero morto, mi e’ dispiaciuto. E dispiace per quello che ha subito la mia famiglia”.

L’epilogo della vicenda, con la condanna a 4 anni e 8 mesi per lo stalker Raffaele Piccolo, e’ coinciso con l’arrivo a Genova, alla Samp, del giocatore: “La Samp mi ha aiutato a ritrovare entusiasmo per questo sport: il mio ritorno a Genova e’ coinciso con la chiusura di questa vicenda. Qui mi sono sentito sempre a mio agio e sono contento di aver dato il meglio di me con questa maglia”.



    Il documentario ‘Quagliarella-The Untold Truth’, presentato alla sala Grecale dei Magazzini del Cotone di Genova, ha lanciato in Italia la nuova Ott, televisione indonesiana on demand, ‘Mola tv’ che trasmettera’ dal 29 ottobre prossimo. All’evento hanno preso parte oltre al protagonista del film e capitano della Sampdoria, Fabio Quagliarella, l’Executive Producer di Mola Tv, Mirwan Suwarso e il direttore di Mola Italia nonche’ autore del film documentario su Quagliarella e sulla sua storia.

    “In un primo momento quando mi hanno prospettato l’idea di un documentario – ha raccontato Quagliarella – ero molto scettico perche’ non ho avuto la carriera di Totti, Del Piero e altri. Ma ho avuto questa particolarita’ della mia vita. Faccio fatica a parlarne, aprire di nuovo quella voragine, perche’ la devi riaprire in quel caso, tu devi snocciolare tutto”.

    Il film racconta infatti in parallelo la carriera da calciatore di Quagliarella e gli anni di minacce e calunnie nei suoi confronti con accuse pesanti all’attaccante e alla sua famiglia sino alle minacce di morte, da parte di quello che si e’ scoperto poi essere un funzionario di Polizia, condannato in via definitiva a 4 anni e 8 mesi ed arrestato nel 2019 che aveva per anni ‘stalkerizzato’ il giocatore, i suoi familiari e i suoi amici.

    “Subito avevo detto poi vediamo – ha ammesso Quagliarella di fronte all’idea di un film sulla sua storia -. Col passare del tempo mi sono fidato dell’autore e di tutta la sua troupe. Poi piano ci siamo aperti io e la mia famiglia”.

    Alla prima del film hanno partecipato tutti i componenti della squadra blucerchiata e via video, trasmessi prima del Film, sono arrivati i saluti dei suoi ex tecnici come Conte, Ranieri, Lippi e Giampaolo. Oltre che degli ex compagni Pirlo, De Silvestri, Soriano e Viviano. Sul palco anche Leonardo Bonucci per anni compagno di stanza di Quagliarella alla Juventus.

    “Era silenzioso – ha svelato Bonucci parlando di Quagliarella -. Poi ho capito tanto di quei silenzi. Fabio e’ un esempio dentro e fuori dal campo. Nei suoi silenzi trasmetteva valori importanti. Ma era anche il primo a ridere e scherzare, compagno di vita e di spogliatoio. Importante anche grazie ai suoi allenamenti contro di me sono migliorato, quando ci incontriamo e’ un avversario difficile perche’ non ho di fronte un avversario ma un amico. Questo vecchietto e’ troppo troppo forte in tutto”.

    Nata nel 2018 in Indonesia, Mola Tv, ha tra i suoi contenuti eventi sportivi live di primissimo piano, tra documentari originali come appunto il film su Quagliarella, musica, film e serie. In Indonesia Mola trasmette in esclusiva Premier League, Bundesliga Eredivisie, Fifa World Cup 2022 Qualifiers CAF e Conmebol, Conmebol Sudamericana, UFC (Ultimate Fighting Championship), Monster Energy AMA Supercross, Croatian League, Greek Super League, Greek FA Cup, DFB Pokal Ryder Cup e molti altri eventi.







    LEGGI ANCHE

    Napoli, pusher spacciava in casa a Cavalleggeri: arrestato

    Nella serata di ieri, gli agenti della Squadra Mobile di Napoli hanno arrestato un 35enne napoletano per detenzione ai fini di spaccio di hashish. I poliziotti, durante un servizio di controllo nel quartiere Cavalleggeri, hanno notato un sospetto viavai di persone da un'abitazione. Dopo aver osservato per alcuni minuti, gli agenti hanno visto un uomo arrivare in sella a uno scooter e consegnare una banconota a un giovane in cambio di qualcosa. A quel punto, i poliziotti...

    Stefano Piccirillo a Salerno il 2 marzo presenta il suo nuovo libro ‘Sta scrivendo…’

    Stefano Piccirillo, noto scrittore e speaker radiofonico di Radio Kiss Kiss, si prepara per due imperdibili eventi di presentazione: il 2 marzo a Salerno e il 9 marzo a Napoli. Sabato 2 marzo alle ore 19.00, presso la libreria “Imagine’s Book” in Corso Garibaldi a Salerno, presenterà il suo ultimo libro "Sta scrivendo…" (Ed. Guida), che sta riscuotendo un grande successo grazie al suo stile appassionato, ironico e sognante. La storia racconta di Chicco e...

    Giugliano, tocca un cavo scoperto: giovane rom di 21 anni muore folgorato

    Un giovane di 21 anni residente nel campo rom di Scampia è morto folgorato, dopo essere stato trasportato senza vita al pronto soccorso dell'ospedale San Giuliano di Giugliano dai suoi amici. Nonostante i tentativi di rianimazione da parte del personale medico, purtroppo non c'è stato nulla da fare. Gli agenti del commissariato di polizia di Giugliano sono intervenuti presso il nosocomio di via Basile e un'indagine sarà aperta per fare luce sulla vicenda. Al momento non...

    Napoli, gli affari di Michele Scognamiglio il “guru” del riciclaggio internazionale

    Il mago del riciclaggio, il napoletano Michele Scognamiglio aveva messo in piedi una  centrale capace di ripulire ben 2,6 miliardi di euro in cinque...

    Napoli, figlia e sorelle del boss nelle case popolari del rione Amicizia. I nomi dei 16 indagati

    La Procura di Napoli ha indagato 16 persone per l'occupazione abusiva di case popolari nel Rione Amicizia a Napoli. Tra gli indagati ci sono...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE