napoli manfredi sindaco giunta
Foto dal web

“In settimana ci sarà la giunta. Non ci sono problemi”, ha assicurato il sindaco di Napoli Gaetano a margine della cerimonia di proclamazione nel tribunale partenopeo.

ha fatto sapere che nella squadra di governo ci saranno sicuramente l’ex questore di Napoli Antonio De Iesu ed Edoardo Cosenza, già assessore in Regione Campania.

Nessuna certezza sugli altri nomi: “la definizione della – ha detto ai giornalisti – avverrà nelle prossime ore”. “Le prime figure apicali? Le sto valutando, il tema è che purtroppo non posso fare nomine subito, non è stato approvato il bilancio consolidato. Per poter fare le nomine bisogna attendere l’insediamento del Consiglio comunale e l’approvazione del bilancio. Questo chiaramente ci creerà dei problemi organizzativi subito”.

e il Patto per Napoli

“Ne sto parlando col governo, ci vuole un impegno straordinario sulla città, è chiaro. Bisogna dire che c’è anche un tema: la capacità della città di presentare progetti che siano competitivi rispetto ai bandi del Pnrr – aggiunge l’ex rettore -. Su questo siamo in ritardo, abbiamo il problema di una macchina comunale completamente disastrata. Si tratta di mettere in campo uno sforzo straordinario, la città non può perdere questa occasione”.

MAGGIORANZA ANTIFASCISTA

La nostra è una maggioranza antifascista, se si è infiltrato un fascista non può stare con noi”, dichiara Gaetano sul caso di Vincenzo Sollazzo, consigliere municipale eletto nelle sue liste, che ha pubblicato sui social post di apprezzamento nei confronti di Benito Mussolini e del fascismo. “Sicuramente – ha detto Manfredi – non potrà far parte della nostra maggioranza”. (

Napoli in ritardo su presentazione progetti

Siamo in ritardo sulla capacità di presentare progetti che siano competitivi rispetto ai bandi del Pnrr, abbiamo il problema di una macchina comunale completamente disastrata”.
“Si tratta di mettere in campo uno sforzo straordinario perché la città non può perdere questa occasione. Ne sto parlando con il Governo, è chiaro che ci vuole un impegno straordinario sulla città“, ha aggiunto l’ex rettore.