Tre tonnellate di e non solo stati sequestrati dalla nel porto di Napoli.

Il materiale, costituito da vernici e solventi, era contenuto in numerosi fusti in cattivo stato di conservazione alcuni dei quali presentavano uno stato di corrosione avanzato che avrebbe, nel breve periodo, portato alla dispersione del contenuto. I rifiuti erano abusivamente depositati in area demaniale, negli spazi retrostanti alcune strutture in concessione ad una impresa.

LEGGI ANCHE  Maradona junior: "Niente azione legale contro il Napoli"
ADS

I rifiuti sono stati caratterizzati per poter poi essere correttamente avviati allo smaltimento, effettuato nel primo pomeriggio da ditte autorizzate.

Immediati gli accertamenti svolti dagli investigatori della Capitaneria di porto al fine di identificare gli autori dell’illecito i quali sono stati già denunciati alla competente autorità giudiziaria.



Fabio Testa, 28 anni, laureato in sociologia. Appassionato della cultura napoletana e dei fenomeni della tradizione popolare. Gli piace il cinema d'autore. E' grande tifoso del Napoli

    Napoli, giovane imprenditore ripulisce una zona del borgo Vergini

    Notizia precedente

    Pozzuoli, inquinamento ambientale: denunciato 60enne

    Notizia Successiva

    Ti potrebbe interessare..