Napoli, ragazzini distruggono la fermata del bus a calci, poi minacciano una donna

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Distruggono la pensilina di una fermata degli autobus a suon di calci mandando in frantumi la vetrata. È successo a Napoli in via Vincenzo Janfolla  a Miano.

A denunciare l’accaduto è una cittadina che si è rivolta al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli:

“Dopo che ho fatto il video sono stata aggredita verbalmente con parolacce e mi hanno lanciato pezzi di vetro addosso mentre avevo come me la figlia di una mia amica di 8 mesi. Grazie a Dio non ci siamo fatte niente”.

    “Abbiamo inviato il filmato alle forze dell’ordine per far sì che questi delinquenti vengano individuati, denunciati e puniti in maniera esemplare e facendo in modo che si intervenga anche sulle loro famiglie, evidentemente incapaci sinora di impartire una corretta educazione.

    Questa dovrebbe essere la regola: se dei minori infrangono le regole e danno vita ad atti violenti, bisogna colpire i loro genitori. Solo così si può interrompere questa catena di violenza e di diseducazione che sta rendendo la nostra società invivibile”, le parole di Borrelli.



    Torna alla Home

    telegram

    LIVE NEWS

    Di Lorenzo, sfogo sui social contro chi mette in dubbio la sua gastroenterite: “Squallidi”

    Giovanni Di Lorenzo, capitano del Napoli, non ci sta e reagisce duramente alle insinuazioni del Corriere del Mezzogiorno che ha messo in dubbio la gastroenterite che lo ha tenuto fuori dalla trasferta di Firenze. Attraverso il suo profilo ufficiale su Instagram, Di Lorenzo ha espresso il suo sdegno con...

    Blitz antidroga a Miano: arrestato 30enne ucraino

    Un 30enne ucraino è stato arrestato ieri nel quartiere di Miano dalla Polizia di Stato durante un servizio di controllo del territorio. L'operazione, condotta dagli agenti del Commissariato Scampia con il supporto della Polizia Locale e del Reparto Prevenzione Crimine Campania, ha visto l'identificazione di 144 persone, di cui 50...

    CRONACA NAPOLI