Gricignano, quasi mille in piazza contro il biodigestore: la mobilitazione

SULLO STESSO ARGOMENTO

Quasi mille in piazza contro il biodigestore: la mobilitazione
Presenti tanti cittadini con i figli, rappresentanti di comitati e associazioni che si battono per il recupero ambientale, i sindaci del territorio, e il parroco di Caivano don Maurizio Patriciello.

Quasi un migliaio di persone ha preso parte a Gricignano d’Aversa alla manifestazione per dire “no” alla realizzazione di un biodigestore che dovrebbe trattare 110mila tonnellate di rifiuti umidi. Presenti tanti cittadini con i figli, rappresentanti di comitati e associazioni che si battono per il recupero ambientale, i sindaci del territorio, e il parroco di Caivano don Maurizio Patriciello, da sempre in prima linea sul tema del rispetto dell’ambiente.

Il sindaco di Gricignano, Vincenzo Sant’Agata, ha espresso un secco no “a nome di tutta la cittadinanza perché questo territorio ha già pagato tanto in termini ambientali, tra discariche legali e illegali, impianti di rifiuti sempre inquinanti”.

    A costruire il biodigestore è la società Ambyenta Campania, controllata da Sersys Ambiente, azienda di Rivoli (Torino) specializzata nell’offerta di servizi ambientali.

    Il 12 ottobre prossimo ci sarà una conferenza di servizi sulla realizzazione del biodigestore, e in quella sede tutte le varie componenti presenti oggi alla manifestazione ribadiranno la loro netta contrarietà all’impianto.






    LEGGI ANCHE

    Napoli, lancia borsello con la droga dalla finestra: arrestata incensurata

    E' accaduto a San Pietro a Patierno dove è finita in manette una donna di 26 anni

    Caserta, dimessa dall’ospedale, bambina di 7 anni muore il giorno dopo: scatta l’inchiesta

    I genitori di Giulia Rosa Natale chiedono giustizia: "Perché nostra figlia è stata dimessa prima della tragedia?"

    Concerto ‘Bach & Vivaldi’ alla Domus Ars: il 22 febbraio per la rassegna De Tasto et De Chorda

    Concerto "Bach & Vivaldi" alla Domus Ars: 22 febbraio per la rassegna De Tasto et De Chorda La Rassegna di rarità musicali De Tasto...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE