Caserta, si infiamma il duello Marino-Zinzi

Dopo circa un giorno dall’ufficializzazione dei dati definitivi sui voti raccolti dai candidati sindaci a Caserta, lo scontro tra Marino e Zinzi entra nel vivo

caserta covid in municipio
Palazzo Castropignano sede del municipio di Caserta

. A distanza di neanche 24 ore dall’ufficializzazione dei dati definitivi sui voti raccolti dai candidati sindaci a Caserta, il fuoco incrociato tra i due candidati che si sfideranno al ballottaggio, Carlo Marino del Pd sostenuto dal centrosinistra e Gianpiero della Lega appoggiato dal centrodestra, e’ gia’ partito con dichiarazioni pesanti.

“Vinceremo, sono convinto che non si lega e che votera’ l’unico vero casertano in campo. Mentre la destra e’ spaccata anche a livello nazionale, noi del centrosinistra abbiamo confermato la nostra unita’”. Ecco quindi l’affondo verso il rivale. “C’e’ chi va nei quartieri difficili il giorno prima del voto a incontrare fidati amici e chi come noi sceglie di tornare tra la gente in maniera trasparente”.

ha risposto con una diretta facebook di quasi 20 minuti. “Stanno arrivando – ha detto – telefonate anche da Santa Lucia per aiutare un Marino sempre piu’ nervoso. Stanno promettendo incarichi, prebende ed assessorati. Ma perche’ Marino non vuole giocarsi questa sfida da solo? Perche’ non discutiamo dei temi della citta’? Lui pensa solo ad attaccare, mi ha dato anche del nazista ed antisemita”.

invita quindi Marino ad un “faccia a faccia. Si scelga il posto, il giorno ed anche il giornalista. Semmai non le domande, come e’ accaduto gia’ in questa campagna elettorale”.

LEGGI ANCHE  Formiche sulla paziente, annullata sospensione a infermieri