Napoli, aggredisce la sorella: arrestato 46enne al rione Pazzigno

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli, aggredisce la sorella: arrestato 46enne al rione Pazzigno

Ieri sera gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Pazzigno per una lite familiare.

I poliziotti, giunti sul posto, sono stati avvicinati da una donna la quale ha raccontato di essere stata costretta a lasciare la propria casa in quanto era stata minacciata dal fratello che aveva preteso del denaro ed aveva cominciato a danneggiare i mobili dell’appartamento; inoltre, ha altresì detto di essere vittima dei comportamenti violenti del fratello il quale, come già avvenuto in precedenti occasioni, l’aveva minacciata e aggredita per futili motivi.



    Gli operatori sono entrati nell’abitazione ed hanno trovato l’uomo che ha iniziato a dare in escandescenze inveendo contro di loro fino a quando, non senza difficoltà, è stato bloccato.

    A.I., 46enne napoletano con precedenti di polizia, è stato arrestato per tentata estorsione, maltrattamenti in famiglia e resistenza a Pubblico Ufficiale.







    LEGGI ANCHE

    Rione Traiano, si spara contro le finestre di un pregiudicato

    Spari in via Catone contro l'appartamento del pregiudicato Domenico D'Alterio

    Nuovo Blitz a Forcella: in azione 200 uomini

    Operazioni di polizia ad "alto impatto" nel quartiere Forcella: 200 operatori impegnati nelle perquisizioni Nel quartiere Forcella, da prime ore del mattino, circa 200 agenti delle forze dell'ordine - Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza - stanno conducendo diverse operazioni ad "alto impatto", che comprendono numerose perquisizioni. Nel mirino delle forze dell'ordine i pregiudicati delle varie famiglie di camorra che abitano il quartiere storico di Napoli. Il blitz con il supporto di cani...

    Napoli, il prefetto firma altre 4 interdittive antimafia per imprese della provincia

    Nuove interdittive antimafia nel settore imprenditoriale a Napoli: sono state emesse quattro interdittive antimafia per imprese a rischio di infiltrazioni camorristiche. Il Prefetto di Napoli, Michele Di Bari, ha adottato questi provvedimenti nell'ambito delle attività di prevenzione antimafia. Le aziende coinvolte operano principalmente nell'edilizia e nella distribuzione di alimenti e bevande, con sede legale nei comuni di Napoli, Casoria, Roccarainola e Giugliano in Campania..

    Napoli, il video di sfida allo Stato costa caro a Giusy Valda: arrestata

    Due video: due sfide allo Stato. Pur sapendo di non poterlo fare. Era agli arresti domiciliari e da oggi pomeriggio potrà sfoggiare il suo...

    Traffico illecito di rifiuti: arrestati funzionario della Regione Campania e 14 imprenditori

    C'è anche un funzionario della Regione Campania tra i 16 arrestati nell'inchiesta congiunta di Dia e Noe sul traffico illecito di rifiuti tra Campania...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE