james senese



A l’ultimo appuntamento del 2021 per il Cilento Music Festival:
sabato 25 settembre, James Senese Centrale

Spettacoli ad Ingresso Gratuito con prenotazione e green pass | inizio ore 21:00

ADS

Info: cilentomusicfestival@libero.it – Whatsapp 3488022059

Va in scena sabato 25 di settembre, nell’anfiteatro naturale di Laurino, l’ultimo appuntamento del Cilento Music Festival kermesse artistica ideata e diretta da Lillo De Marco.

Concerto da non perdere, inserito nella seguitissima tournée italiana, del sassofonista napoletano James Senese – con la storica band Centrale – a supporto della sua ultima fatica discografica dal titolo “James back” (Ala Bianca/Warner) e del docu-film “James” – di Andrea Della Monica – presentato con successo alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia 2020.

“Nella società attuale – dichiara James Senese – è diventato molto difficile far prevalere il bene sul male e ancora più complesso parlare alle persone per cercare di far capire loro quella che per me è la strada giusta dei sentimenti. Ogni persona ha un proprio credo, non siamo tutti uguali e ognuno costruisce il proprio mondo in modo differente. Ma uno dei problemi principale è che vi sono persone che hanno velleità dominanti. Per realizzare il mio ultimo lavoro discografico ho guardato un po’ dappertutto, per trovare una voce comune che potesse entrare nel cuore della gente. E’ un disco molto sofferto ma pieno d’amore ed è proprio l’amore quello che io cerco in ogni momento della mia vita e del mio lavoro. Il lavoro che ho fatto è stato di cercare un unico suono: quello della verità, il mio essere nero e bianco… per potermi ritrovare e ritrovare la mia identità. Sembrano canzoni ma sono al di sopra delle canzoni, sono lo specchio della mia vita, in questi brani si sente il soffio del mio cuore.”

In merito all’evento conclusivo dell’intera manifestazione, che è durata circa due mesi, il sindaco di Laurino – nonché direttore del Parco Nazionale del Cilento – Romano Gregorio afferma: “Siamo stati tra i primi Comuni ad aderire al progetto CMF 2021 riuscendo, nel rispetto dei protocolli sanitari previsti, ad organizzare anche altri eventi (tra i quali la 19ma ed. del Jazz e tanti altri spettacoli tra e la frazione di Villa Littorio). La nostra comunità, assieme all’intero comprensorio andava animata e incoraggiata – dopo questo brutto periodo legato all’emergenza sanitaria mondiale – con appuntamenti artistici di rilievo, proprio come questo di James Senese sempre nell’ ottica di destagionalizzazione dei flussi turistici. Vi aspettiamo a Laurino per trascorrere l’intera giornata, non solo per il concerto, per visitare il bellissimo borgo medievale definito “la perla del Calore”. Uno scrigno di tesori nascosti da riscoprire, enogastronomia di qualità da gustare e tante bellezze architettoniche, naturali e beni culturali da visitare”.

Il Cilento Music Festival rientra tra i progetti co-finanziati dal Ministero della Cultura per la valorizzazione dei beni culturali e dei borghi rurali del Cilento con un cartellone di eventi “diffusi” su ben 13 comuni: Agropoli, Capaccio Paestum, Cicerale, Laureana, Laurino, Lustra, Ogliastro, Prignano, Perdifumo, Perito, Rutino, Stio, Torchiara e gode dei patrocini del
Parco Nazionale del Cilento, del Gal Cilento Regeneratio, dell’ Unione dei Comuni Alto Cilento Paestum, del club dell’Unesco di Elea. CMF 2021 è stato un articolato percorso di valorizzazione del territorio cilentano attraverso interventi spettacolari rispettosi dei luoghi dove gli eventi si sono svolti e che hanno interessato palazzi baronali, castelli, anfiteatri, chiese, conventi, centri storici, beni culturali e aree di interesse turistico, archeologico e storico.

LEGGI ANCHE  Napoli. Il vescovo porta pane, coperte ai senza fissa dimora

Il variegato programma musicale, incentrato sulla musica contemporanea e d’autore ha ospitato tanti artisti; tra questi:
Peppe Servillo e Solis string quartet, Mariella Nava, Rossana Casale, Sarah Falanga, la Oscar Movies Ensemble, Espedito de Marino, Santino Scarpa, Daniele Scannapieco, C’era una volta Morricone, Federico Mauro Marcucci, Alessia, gli StarWins Quintet, Angelo Loia e Kameliya Naydenova, oltre ai concerti/festival con gli artisti del territorio afferenti il panorama della musica etnica e cantautorale in un viaggio dalla tradizione all’innovazione musicale del Cilento con la serata denominata “My Land” che ha visto in due occasioni protagonisti artisti come: Peppe Cirillo, Santino Scarpa, Fortunata Monzo, Paola Salurso, Paola Tozzi, Annamaria Martuscelli, Alina, Pina Speranza, Aristide Garofalo e Jerry Popolo, Domenico Monaco, Angelica Parisi, Nicola Napolitano e il trio Incantus, e i gruppi Taranta Nobes, Lanternina folk, Ciullo’s band, Baracca Republic e i Kiepo’.



Ho lavorato per oltre 15 anni nel mondo del teatro e dello spettacolo in generale e ho avuto esperienze molto lunghe in qualità di amministratrice e coordinatrice di compagnia in spettacoli complessi, con numerosi attori e personale. Ho curato, sempre nell’ambito delle compagnie teatrali e anche nell’ambito più generale dell’organizzazione di eventi, sia i rapporti con Enti e soggetti terzi sia quelli con la stampa e il mondo dei mass media, avendo gestito più volte in piena autonomia l’ufficio stampa in occasione di spettacoli, rassegne, mostre ed eventi

Covid in Campania: 365 nuovi casi

Notizia precedente

Nino D’Angelo: ‘Amo Bassolino, può fare ancora tanto per Napoli’

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..