Il Cts: “Le mascherine fino al 2022”: E l’Ema valuta la terza dose

SULLO STESSO ARGOMENTO

“Quando ci potremo liberare delle mascherine? E’ una domanda impegnativa, e’ difficile fare una stima accurata… diciamo che ragionevolmente per la fine del 2022.

Continuando in questo modo potremo vedere degli scenari ancora migliori rispetto a quelli che, di fatto, vediamo in questo momento”. Lo ha detto il presidente del Consiglio superiore di Sanita’ e coordinatore del Cts, Franco Locatelli, a e-VENTI su Sky TG24.

L’Ema ha intanto iniziato a valutare l’eventualità della terza dose di vaccino. L’autorità europea del farmaco sta infatti valutando una domanda per l’uso di una dose di richiamo di Comirnaty (BioNTech/Pfizer) da somministrare 6 mesi dopo la seconda dose a persone di età pari o superiore a 16 anni.

    “Il comitato per i medicinali umani dell’Ema – spiega una nota ufficiale – effettuerà una valutazione accelerata dei dati presentati dalla società che commercializza Comirnaty, compresi i risultati di uno studio clinico in corso in cui circa 300 adulti con sistema immunitario sano hanno ricevuto una dose di richiamo circa 6 mesi dopo la seconda dose”.

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Covid, curva epidemica in calo in Italia

    L’esito della valutazione, precisa l’Ema, è atteso nelle prossime settimane, a meno che non siano necessarie informazioni supplementari. La stessa agenzia sta valutando anche l’uso di una terza dose in persone gravemente immunocompromesse.



    telegram

    LIVE NEWS

    Napoli, l’operaio morto a Capodichino doveva andare in pensione a settembre

    Napoli. Antonio Russo sarebbe dovuto andare in pensione a...

    DALLA HOME

    Napoli, l’operaio morto a Capodichino doveva andare in pensione a settembre

    Napoli. Antonio Russo sarebbe dovuto andare in pensione a settembre. Secondo una prima ricostruzione della Filca Cisl all'origine della tragedia ci sarebbe un malfunzionamento del treno che stava portando i tre nel tunnel. Era uno storico iscritto alla Filca Cisl. Il segretario del sindacato, Massimo Sannino:"Era un lavoratore esperto, ben...

    De Laurentiis: “Politica non ferma violenza negli stadi per non perdere voti”. Lo sfogo: “Serie A? Portata avanti da 6-8 squadre, urge riforma”

    Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, è intervenuto con la sua consueta energia e schiettezza durante un'audizione al Senato, affrontando diverse tematiche critiche della gestione del calcio italiano, dal format dei campionati ai problemi finanziari e alla violenza negli stadi. De Laurentiis ha denunciato la complicità dei governi passati...

    CRONACA NAPOLI

    TI POTREBBE INTERESSARE