adolescenti



La procura ha aperto un’indagine, a carico di ignoti, con l’ipotesi di istigazione al suicidio di un adolescente di 15 anni che ieri pomeriggio si e’ tolto la vita lanciandosi dal balcone della propria abitazione al 12esimo piano di un palazzo nella zona nord di Milano.

Inquirenti e investigatori intendono far luce sui motivi che hanno portato il ragazzino a compiere il tragico gesto che per ora non riesce a trovare spiegazione. Sempre ieri, oltre al 15enne, nell’hinterland milanese si e’ tolta la vita gettandosi dal settimo piano del palazzo in cui viveva anche una sua coetanea, mentre una 12enne e’ stata ricoverata in gravi condizioni in ospedale dopo essersi lanciata dal balcone.

Secondo quanto ricostruito finora dagli inquirenti, non ci sarebbe alcun tipo di legame fra i tre minorenni che nella giornata di ieri sono caduti dalle finestre delle rispettive abitazioni tra Milano e l’hinterland.

Intorno alle 7 della mattina, una 15enne ha perso la vita nel Comune di Bollate dopo una caduta dal settimo piano, mentre un coetaneo di origini cinesi, nel pomeriggio, e’ precipitato dal 12esimo piano in zona Comasina: anche per lui non c’e’ stato niente da fare.

LEGGI ANCHE  Ortopedia, Sitop: 'Stampante 3D supporto decisivo per chirurgia'

Ricoverata all’ospedale Niguarda in gravi condizioni, invece, una 12enne che intorno alle 8 e’ stata vista da un vicino di casa lanciarsi dalla finestra del quarto piano. Sui casi indagano la polizia di Stato e i carabinieri, mentre in merito al decesso del 15enne la procura ha aperto un fascicolo a carico di ignoti per istigazione al suicidio.


Google News

Sanificazione dell’ufficio: l’innovazione che parte dalla natura

Notizia precedente

Pontile abusivo sequestrato a Barano

Notizia Successiva

Ti potrebbe interessare..