anticorpi monoclonali

Pronte le istruzioni operative per la corretta preparazione degli anticorpi monoclonali.

A seguito delle determinazioni AIFA del 5 agosto (Definizione delle modalità ottimali d’uso degli anticorpi monoclonali anti COVID.19) e 10 agosto (Modifiche registro anticorpi monoclonali COVID-19) circa le modalità di utilizzo degli anticorpi monoclonali anti COVID-19, la Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende Sanitarie-SIFO e la Società Italiana dei Farmacisti Preparatori – SIFAP hanno oggi pubblicato le Istruzioni Operative per la corretta preparazione e allestimento del cocktail di Casirivimab e Imdevimab.

PUBBLICITA'

“Le Istruzioni hanno l’obiettivo di supportare il farmacista nella corretta preparazione e allestimento degli anticorpi monoclonali – si legge nel documento – da somministrare in un’unica infusione endovenosa in pazienti adulti e pediatrici (di età superiore a 12 anni) ospedalizzati per COVID-19, anche in ossigenoterapia convenzionale (non ad alti flussi e non in ventilazione meccanica), ma con sierologia negativa per gli anticorpi IgG anti-Spike di SARS-CoV-2”.

“Il documento è la dimostrazione della proficua, continua ed eccellente collaborazione tra SIFO e SIFAP”, sottolinea Arturo Cavaliere, presidente SIFO “Con questa Istruzione inoltre confermiamo che la nostra attenzione alle problematiche COVID-19 rimane altissima, nel rispetto dei bisogni dei pazienti che ancora vivono la drammatica esperienza della malattia, sia esso vissuto in situazioni di emergenza che di lento ritorno alla normalità”.

PUBBLICITA'

Come precisato nelle Istruzioni, gli anticorpi monoclonali non necessitano di inedite procedure di stoccaggio e congelamento infatti “i flaconcini integri possono essere conservati in frigorifero a una temperatura compresa tra 2 °C e 8 °C per un massimo di 24 mesi. I flaconcini devono essere conservati nella confezione originale per proteggere il medicinale dalla luce”.

Come nel caso dei vaccini, anche in queste istruzioni operative viene data grande attenzione alla farmacovigilanza argomento quanto mai attuale per l’efficacia e la sicurezza dei nuovi farmaci anti Covid-19: nel documento SIFO-SIFAP si precisa infatti che le segnalazioni di eventuali reazioni avverse “devono essere tempestivamente effettuate entro 36 ore da quando il medico o l’operatore sanitario ne viene a conoscenza”, direttamente online sul sito VigiFarmaco .

PUBBLICITA'

Queste istruzioni operative  si vanno ad associare alle precedenti riferite ai vaccini già messe a punto da SIFO e SIFAP: tutte le istruzioni sono disponibili al portale www.sifoweb.it, a supporto degli operatori sanitari per fornire con puntualità come nel passato un chiaro binario scientifico alle novità in atto in tema di terapie anti Covid-19.


Di Redazione

Altro Italia



Ti potrebbe interessare..