Covid studenti italiani bloccati a Malta: 21 sono positivi, chiuse le scuole

SULLO STESSO ARGOMENTO

Malta, 70 studenti italiani bloccati a Malta: 21 positivi senza assistenza sanitaria, dalla prossima settimana chiudono le scuole in lingua inglese.

Circa 70 ragazzi italiani minorenni in vacanza a Malta si trovano bloccati sull’isola in quanto 21 di loro sono risultati positivi sintomatici. A rendere nota la vicenda è l’avvocato Erich Grimaldi, presidente del comitato “Cura Domiciliare Covid19” al quale la mamma di una ragazza di Portici in provincia di Napoli si è rivolta per chiedere che venisse fornita assistenza ai giovani.

PUBBLICITA

Studenti italiani bloccati a Malta

I ragazzi si sono recati per una vacanza studio a Malta grazie a una sovvenzione parziale dell’Inps attraverso un’agenzia di Ascoli Piceno.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Covid 34 studenti positivi dopo vacanza in un campeggio di Manfredonia

“Ora, a causa dei contagi registrati e della mancata assistenza da parte delle autorità – continua Grimaldi – sono rimasti senza terapia, da inizio settimana, in un albergo”. Grimaldi si e’ subito adoperato per mettere la mamma in contatto con un medico del gruppo che potesse assistere a distanza la ragazza e la famiglia in questa vicenda.

Studenti italiani bloccati a Malta

Malta chiude i confini ai non vaccinati dal 14 luglio. Secondo quanto riportano i media locali, l’isola richiederà a tutti i viaggiatori di presentare la prova dell’avvenuta vaccinazione contro il Covid-19 e chiuderà le scuole di lingua inglese a partire dalla prossima settimana, a seguito di un picco di casi di Covid-19. Il ministro della Sanità Chris Fearne ha affermato che i viaggiatori in arrivo dovranno presentare un certificato di vaccinazione a partire da mercoledì 14 luglio.

Da mercoledi’ prossimo tutte le scuole di lingua inglese chiuderanno. La decisione e’ stata presa a seguito dell’annuncio di 96 nuovi casi di Covid-19 confermati dalle autorità sanitarie locali.

Studenti italiani bloccati a Malta

Il numero di casi attivi e’ salito a 252 in pochi giorni. Il ministro della Sanita’ Chris Fearne ha confermato che la maggior parte dei nuovi casi proveniva da stranieri o maltesi che stavano entrando a Malta dall’estero. “La maggior parte di loro era anche non vaccinate”, ha continuato. I bambini di eta’ compresa tra i cinque e i dodici anni devono entrare a Malta con genitori o tutori che presentano un test PCR negativo. “Queste misure sono state attuate per proteggere la comunita’ maltese”, ha sottolineato Fearne. Il 79% della popolazione adulta a Malta e’ stata completamente vaccinata, mentre l’84% degli adulti ha ricevuto almeno una dose del vaccino.


CLICCA QUI PER VEDERE ALTRI VIDEO
googlenews
facebook


I FATTI DEL GIORNO

ULTIME NOTIZIE

TI POTREBBE INTERESSARE