rifiuti speciali

Rifiuti speciali sequestrati a Pagani dai militari della Stazione Carabinieri Forestale di Cava de’ Tirreni

______________________________

Rifiuti speciali sequestrati a Pagani

Provincia di Salerno – I militari della Stazione Carabinieri Forestale di Cava de’ Tirreni, nell’esecuzione di controlli mirati alla tutela dell’ambiente e del territorio, si sono portati in agro del comune di Pagani, presso un impianto di recupero e stoccaggio rifiuti speciali non pericolosi.

Giunti sul posto i militari, con il concorso specializzato di tecnici del Dipartimento di Salerno dell’ARPAC, hanno controllato le modalità di gestione dei rifiuti ed il rispetto della normativa in materia di scarichi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Rifiuti speciali depositati nel terreno: sequestrate tre aziende in Campania

All’esito delle verifiche ed ispezione del sito, è emerso che nel piazzale antistante l’azienda vi erano depositati circa 200 bidoni in plastica di svariate dimensioni, vuoti ma contenenti residui di sostanze pericolose e diverse parti di autoveicoli, in particolare paraurti.

LEGGI ANCHE  Ischia: 23enne trovato in possesso di un coltello. Denunciato

Esaminati i titoli autorizzativi, i militari hanno accertato che tali rifiuti non potevano essere gestiti all’interno dell’impianto in quanto si tratta di categorie di rifiuti non ricomprese nella tabella dell’Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.) rilasciata alla ditta dal Comune di Pagani (SA).

Rifiuti speciali sequestrati a Pagani

Alla luce di quanto riscontrato, i militari hanno provveduto a porre sotto sequestro i rifiuti illecitamente gestiti e depositati ed a deferire all’Autorità Giudiziaria il titolare dell’azienda.


Di Chiara Carlino

Ti potrebbe interessare..