napoli

Spiagge di Napoli affollate di bagnanti, malgrado il divieto di balneazione in vigore da ieri mattina sulla quasi totalità del litorale cittadino.

L’ordinanza del Comune, firmata venerdì sera, è arrivata all’improvviso, in piena stagione turistica e alla vigilia di un caldo weekend che ha visto presi d‘assalto lidi e spiagge libere.

Gia’ ieri, sabato, i trasgressori erano stati numerosi: oggi, domenica, la folla è aumentata, sia sugli arenili – dove l’accesso è comunque consentito – sia tra le onde, dove in assenza di controlli moltissimi stanno facendo tranquillamente il bagno confidando nella limpidezza delle acque.

Il divieto di balneazione – che ha colpito d’improvviso i tanti cittadini di Napoli che non hanno la possibilità di fare vacanze altrove o pagare i costosissimi ingressi negli stabilimenti balneari, dopo anni di fruizione serena del mare cittadino da parte di residenti e turisti – é stato disposto tra Marechiaro e piazza Nazario Sauro, in seguito ai risultati delle analisi sulle acque che l’Arpac, l’agenzia regionale per l’ambiente, esegue abitualmente ogni due settimane.

PUBBLICITA'

Stavolta i prelievi sono avvenuti in concomitanza con le forti piogge tra domenica e lunedì, e secondo gli esperti l’aumentata pressione nella rete fognaria potrebbe aver fatto tracimare dei serbatoi di contenimento provocando l’improvviso innalzamento del livello di colibatteri nel mare.

LEGGI ANCHE  Napoli, i carabinieri passano al setaccio il rione Sanità

Domani verranno eseguite nuove analisi, nella speranza che con il bel tempo la situazione sia tornata normale e il divieto possa essere revocato già a metà settimana, comunque prima del prossimo weekend.


Google News


Ti potrebbe interessare..