Italia

Green Pass, più di 7 itaiani su 10 favorevoli

Il 72% dei cittadini condivide il #GreenPass previsto dal Governo #Draghi a partire dal 6 agosto per contrastare l’avanzata della #varianteDelta nel nostro Paese



green pass
Foto archivio




Green Pass, più di 7 itaiani su 10 favorevoli

Più di 7 italiani su 10 si dichiarano favorevoli all’applicazione del Green  Pass, previsto dal Governo Draghi a partire dal 6 agosto per contrastare l’avanzata della variante Delta nel nostro Paese: è il primo dei dati che emerge dal sondaggio condotto nelle ultime 48 ore, per Radio1 Rai, dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento.

Il 72% dei cittadini condivide la certificazione verde obbligatoria (con la prima dose di vaccino o tampone nelle 48 ore precedenti) per accedere ad eventi, palestre, ristoranti, consumazioni al tavolo nei bar limitatamente alle attività al chiuso; di parere diverso il 23% degli intervistati.

Dopo gli ultimi dati in crescita, si incrementa nell’opinione pubblica il timore che, anche a causa delle varianti del Covid, l’incubo pandemico possa tornare dopo la fine dell’estate. L’Istituto Demopolis ha analizzato l’opinione degli italiani anche in base alla loro auto-collocazione politica: favorevoli al Green Pass deciso dal Governo Draghi si dichiarano il 93% degli elettori del PD ed oltre l’80% di chi vota Forza Italia e il Movimento 5 Stelle. Una valutazione positiva viene espressa anche da 6 elettori su 10 della Lega e dal 48% di chi vota Fratelli d’Italia.

Per il 75%, 3 italiani su 4, il Green Pass andrebbe applicato al più presto anche per aerei, navi, treni e bus a media-lunga percorrenza: sul tema trasporti si rafforza la propensione al Green Pass degli elettori di Salvini (63% di favorevoli) e della Meloni (52%). Resta altalenante il trend Demopolis sulla preoccupazione degli italiani per il Covid: dal terrore assoluto dei primi 2 mesi con il picco del 95% dell’aprile 2020, alla netta flessione nella scorsa stagione estiva sino al 46% di inizio settembre. Poi la paura è tornata a crescere in inverno raggiungendo l’81% in febbraio. Per crollare al dato più basso degli ultimi 18 mesi, il 40%, l’11 luglio, il giorno della finale degli Europei.

Il dato è poi tornato leggermente a crescere nelle ultime 2 settimane, per attestarsi oggi al 44%. In questo scenario, in vista della ripresa dell’anno scolastico, quasi 8 italiani su 10 guardano con favore all’ipotesi in discussione di rendere obbligatoria la vaccinazione per gli insegnanti e per il personale scolastico.

Dopo la netta accelerazione degli ultimi mesi, il sondaggio Demopolis per Radio1 Rai rileva qualche timore sul rallentamento della campagna vaccinale nel mese di luglio: il 30% degli italiani over 12 non ha ancora ricevuto alcuna dose. Come motivano la loro scelta? Se il 45% spiega le proprie remore con il timore di effetti collaterali o con una scarsa fiducia nel vaccino anti-Covid, il 30% sostiene che i contagi sono ormai diminuiti e che oggi non serva più vaccinarsi contro il Coronavirus. Quasi un quinto ammette che ha voluto evitare AstraZeneca; appena il 7% ha avuto invece problemi con la prenotazione.

Google News

Giugliano, accoltella due ragazzi: denunciato 17enne

Notizia precedente

Napoli, pusher arrestato a Scampia: in tasca droga di ogni tipo

Notizia Successiva


Ti potrebbe interessare..