Caserta, il sindaco sul set dell’Amica Geniale: “Vogliamo farlo diventare un’area museale”

SULLO STESSO ARGOMENTO

Non tutti sanno però che il set del Rione Luzzatti è stato costruito a Caserta, situato nell’ex area Saint Gobain. Un orgoglio per la città come dichiarato dal primo cittadino, Carlo Marino, in un post su Facebook:

“È iniziato tutto 4 anni fa. Mi sembrava un sogno di riuscire, insieme alle altre Istituzioni, di portare a Caserta la produzione della serie televisiva L’Amica Geniale di Elena Ferrante. Ogni casertano vuole vedere la propria città protagonista e noi ci siamo riusciti, senza arrenderci ai primi ostacoli. Il set del film è un vanto per la città di Caserta che vuole farlo diventare permanente utilizzandolo sia come set per altre riprese televisive e sia come area museale.

Un altro passo in avanti per rinnovare il turismo culturale e lavorare in sinergia con le altre realtà artistiche della nostra città. Tutti noi abbiamo vinto la sfida di ospitare questo bellissimo film dell’amica geniale per 4 anni di produzione. Stiamo lavorando perché questa bellissima storia possa rilanciare nel tempo anche la nostra economia, come già è avvenuto! Dei 160 milioni di investimenti per questa serie, tratta dal famosissimo romanzo, una parte è rimasta nella nostra città, ma non solo, penso a tutti gli addetti del mondo dello spettacolo, dal cameramen, all’operatore delle luci: ogni giorno hanno vissuto la città e hanno aiutato l’intero sistema economico.

    Spesso dimentichiamo che dietro la creazione di una serie televisiva come questa c’è uno staff che lavora ininterrottamente e che nei momenti di pausa ha il piacere di godersi le bellezze artistiche ed enogastronomiche di Caserta“.

    Poi il sindaco lancia un messaggio a Ludovica Nasti:
    “Guardate gli occhi di questa ragazza, nonostante il successo che ha avuto con il ruolo interpretato (la pungente Lila) è rimasta umile e semplice. Amata e seguita da tantissimi giovani e non, è il simbolo della voglia di inseguire i propri sogni. Da lei questa mattina, ho imparato questo: mai smettere di SOGNARE. Continuiamo a investire nella cultura e nel turismo per una città sempre più attrattiva e ricca di un fascino unico nel mondo“.






    LEGGI ANCHE

    Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

    Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE