capri

Capri, il sindaco Lembo: “È un brutto momento per me e per l’intera comunità isolana. Siamo profondamente addolorati e davvero scioccati per quanto accaduto questa mattina”

______________________________

“È un brutto momento per me e per l’intera comunità isolana. Siamo profondamente addolorati e davvero scioccati per quanto accaduto questa mattina. Ad accertare i fatti ci saranno le indagini e le verifiche tecniche. Ora è il momento del dolore. Qualunque altra affermazione rischia di diventare superflua”.

Così il sindaco di Capri, Marino Lembo, a nome anche dell’intera Amministrazione, del Consiglio Comunale e dell’intera comunità dell’isola, nell’esprime profondo cordoglio per la morte dell’autista del minibus di linea precipitato, questa mattina, nei pressi di Marina Grande.

“Mi sento, comunque – aggiunge Lembo – di esprimere il nostro doveroso plauso alla macchina dei soccorsi che è stata immediata ed efficiente. Ci stringiamo forte alla famiglia del giovane autista, andato incontro ad un triste destino nell’adempimento del suo lavoro, e siamo vicini ai feriti ai quali auguriamo di guarire al più presto.

Siamo in continuo contatto con gli ospedali dove sono stati ricoverati quelli più gravi per avere aggiornamenti sulle loro condizioni e prestiamo la dovuta assistenza a quelli ricoverati a Capri ed alle loro famiglie”.

“Faremo tutto ciò che è possibile, come Comune – conclude il primo cittadino – per esternare la nostra vicinanza alla famiglia del giovane autista deceduto, stimato e ben voluto da tutti. Al momento in segno di rispetto abbiamo sospeso tutti gli eventi in programma per oggi”.

LEGGI ANCHE  L'ex assessore denucia su Fb: 'Mio padre morto di covid e di malasanità'

In merito al grave incidente occorso oggi sull’Isola di Capri, l’Asl Napoli 1 Centro fa sapere che il numero definitivo delle persone soccorse è di 24 (1 deceduto, 23 feriti). I 15 pazienti per i quali è in corso il trasferimento sulla città di Napoli (per 10 il trasferimento è già stato completato) sono accolti in un’area dedicata dell’Ospedale del Mare, ad eccezione di due pazienti pediatrici già trasferiti per competenza presso l’Ospedale Santobono.

Gli 8 pazienti con problematiche meno gravi, nonostante la valutazione di ricovero per l’osservazione conseguenziale all’incidente, lo hanno rifiutato.

La gestione dell’assistenza sanitaria è stata garantita attraverso il Servizio Emergenza regionale 118 Napoli 1 e in sinergia con le istituzioni locali e “con il grande impegno di tutte le professionalità che hanno operato con il Servizio 118 Napoli 1” fa sapere l’Asl Napoli, presso l’Ospedale Capilupi e l’Ospedale del Mare “ai quali va un sentito ringraziamento per la pronta disponibilità e la competenza dimostrata sul campo operativo”.


Di Chiara Carlino

Ti potrebbe interessare..

Altro Cronaca