Covid, in Campania contagio stabile al 2,08%

SULLO STESSO ARGOMENTO

In Campania sono 147 i nuovi casi positivi, di cui 122 asintomatici e 25 sintomatici.

E’ quanto emerge dal bollettino ordinario dell’Unita’ di crisi della Regione, secondo cui i tamponi molecolari del giorno sono 7.072 ed i tamponi antigenici 3.062. Tre i decessi (2 deceduti nelle ultime 48 ore, 1 deceduto in precedenza ma registrato ieri), per un totale di 7.337 persone decedute. I guariti sono 451, per un totale di 355.124 persone guarite. Secondo i tamponi processati significa che è positivo il 2,08% dei test, stabile rispetto a ieri quando l’indice di contagio era al 2,05%

Report posti letto su base regionale: Posti letto di terapia intensiva disponibili, 656; Posti letto di terapia intensiva occupati, 29; Posti letto di degenza disponibili, 3.160; Posti letto di degenza occupati, 410.

Folla Napoli

    Altre cinque regioni e una provincia autonoma in zona bianca da domani, lunedi’ 14 giugno. L’Italia prosegue cosi’ il suo cammino verso la normalita’, nella lotta alla pandemia, mentre va avanti in maniera decisa la campagna di vaccinazione. Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Puglia e provincia autonoma di Trento passano quindi nella fascia bianca, dove gia’ si trovano Sardegna, Molise, Friuli Venezia Giulia, Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto, regioni gia’ dalacuni giorni cone le minori restrizioni a causa del Covid 19.

    TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: In vendita sul Web i dati dei vaccinati della Campania

    Restano ancora in zona gialla Basilicata, provincia autonoma di Bolzano, Calabria, Campania Marche, Sicilia e Toscana, che dovrebbero passare in bianco da lunedi’ 21 giugno, mentre lunedi’ 28 giugno dovrebbe essere la volta della Valle d’Aosta. Da fine mese, quindi, tutta l’Italia potrebbe essere in zona bianca, con pochissime restrizioni e una vita quotidiani quasi del tutto normale.


    DALLA HOME

    Camorra, Ettore Bosti dal carcere inviava messaggi con l’evidenziatore alla moglie

    Ettore Bosti, giovane boss della camorra, figlio di Patrizio Bosti, uno dei fondatori dell'Alleanza di Secondigliano, rinchiuso in regime di 41 bis nel carcere di Cuneo, tentava di mandare ordini all'esterno usando un sistema di comunicazione criptico basato su evidenziatori colorati. Telegramma intercettato: I magistrati hanno bloccato l'invio di un...

    CRONACA NAPOLI

    LEGGI ANCHE