A Napoli due bambini positivi al covid: si teme la variante Delta

SULLO STESSO ARGOMENTO

A Napoli due bambini positivi al covid. Arrivati con febbre al pronto soccorso del Santobono. Sono bambini molto piccoli: 40 giorni uno e tre mesi l’altro

Sottoposti al tampone, come avviene per prassi a ogni nuovo ingresso in ospedale, sono risultati positivi al covid e ora sono in corso i sequenziamenti virali per appurare se si tratti della variante Delta.

Uno dei due piccoli pazienti sta meglio e potrebbe essere dimesso oggi se il risutato del tampone di controllo sarà negativo. Anche la mamma di uno dei due bambini è positiva al covid con lievi sintomi di infezione a carico delle alte vie respiratorie. La donna non si è vaccinata- secondo quanto riporta Il Mattino- in quanto allattando non se l’è sentita, nonostante non ci siano controindicazioni.

Era almeno una settimana che il Santobono non registrava nuovi arrivi di bambini positivi al virus.

    pronto soccorso pediatrico santobono

    Vincenzo Tipo, primario del Pronto soccorso del polo pediatrico partenopeo , spera non sia questo un segnale di ripresa dell’epidemia.

    “Purtroppo qualche preoccupazione la nutriamo considerando che i bambini, non essendo un target candidato immediato di vaccinazione, potrebbero costituire il serbatoio privilegiato in cui potrebbe tornare a circolare il virus.”, spiega.

    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Covid in Campania, torna a crescere l’occupazione dei posti letto

    Attualmente a Napoli sono 701 le persone positive di cui 623 in isolamento domiciliare, 11 in Terapia intensiva e 67 ricoverati in degenza Covid. L’unico Covid center attivo della Asl Napoli 1 è il Loreto Nuovo dove sono ricoverati 13 pazienti sui 50 posti disponibili in Medicina, 4 su 10 unità di ricovero in sub intensiva e 1 paziente in Rianimazione sui 4 posti allestititi di recente. Risultano completamente Covid free invece l’Ospedale del mare e il San Giovanni Bosco.






    LEGGI ANCHE

    “Giustizia per Fulvio”: la madre e l’Università di Napoli chiedono verità

    "Giustizia per Fulvio" è il grido che unisce la madre di Fulvio Filace, Rosaria Corsaro, e l'Università Federico II di Napoli, dove il giovane...

    Napoli, arrestato il complice del rapinatore che ferì l’ingegnere

    Napoli. E' stato arrestato anche il secondo rapinatore che la sera del 29 marzo 2023 partecipò al tentato omicidio di un ingegnere che stava...

    Nola, fatture false: sequestrati circa 8 milion i di euro a società di commercio alcolici

    Stamane i militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Napoli hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Giudice...

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE