Napoli, identificato e denunciato l’accoltellatore del 16enne di Miano

SULLO STESSO ARGOMENTO

E’ stato identificato e denunciato l’accoltellatore del giovane di Miano.

Ieri sera infatti i poliziotti, transitando in via Arcoleo, sono stati avvicinati da un giovane ferito al fianco e al braccio il quale ha indicato un ragazzo che si è allontanato velocemente. I poliziotti, dopo aver soccorso il ferito, un 16enne di Miano, l’hanno affidato al 118 e, subito dopo grazie anche ad alcune testimonianze, sono risaliti al presunto autore del gesto: un coetaneo che l’avrebbe colpito dopo una lite per futili motivi.
Gli agenti hanno denunciato il giovane per lesioni aggravate e porto di armi o oggetti atti ad offendere.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, 17enne accoltellato nella movida durante il coprifuoco

Sempre gli agenti del Commissariato San Ferdinando e i militari dell’Arma dei Carabinieri e del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio finalizzati all’applicazione delle norme anti Covid-19 nella zona dei “baretti”, via Nazario Sauro, lungomare Caracciolo, via Arcoleo e via Partenope, hanno sanzionato 18 persone per inottemperanza alle misure anti Covid-19 poiché si trovavano fuori dalla loro abitazione senza giustificato motivo oltre l’orario consentito. Nel corso dell’attività i poliziotti hanno controllato un bar in vico Belledonne dove hanno sanzionato il titolare per aver consentito degli assembramenti all’esterno dell’esercizio, e un chiosco del Lungomare dove il titolare è stato sanzionato poiché sorpreso a svolgere l’attività d’asporto oltre l’orario consentito; per il locale è stata altresì disposta la chiusura per 5 giorni.



Torna alla Home

telegram

LIVE NEWS

Centro antiviolenza a Sant’Antimo intitolato a Giulia Tramontano:

Sant'Antimo. È stato inaugurato oggi, presso la sede del Comune di Sant'Antimo, il nuovo Centro antiviolenza intitolato a Giulia e Thiago Tramontano. Il centro, dedicato alla memoria della giovane donna uccisa lo scorso maggio dal suo fidanzato insieme al bambino che portava in grembo, offrirà ascolto e supporto a tutte...

Terremoto a Pozzuoli, gli psicologi: “E’ una dura prova. Gente preoccupata, ma non c’è panico”

Un forte boato, una scossa intensa, e la sensazione del suolo che si alza sotto i piedi. È così che Armando Cozzuto, presidente dell'Ordine degli Psicologi della Campania, descrive l'esperienza vissuta dai residenti dei Campi Flegrei durante gli ultimi eventi sismici. "Il terremoto è la metafora dell'instabilità", ha spiegato...

CRONACA NAPOLI