I genitori e le sorelle del poliziotto , ucciso mentre cercava di bloccare un gruppo di banditi nel corso di una rapina, si sono costituiti Parte civile nel processo e sono difesi dall’avvocato .

Sul banco degli imputati figurano , 40 anni, l’autista dell’Audi A6 che si e’ scontrata a tutta velocita’ contro la “volante” della polizia sulla quale si trovata , , 27 anni, e il 39enne . Per loro l’altro giorno la Procura di Napoli ha chiesto il massimo della pena, ovvero l’ergastolo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, la Procura chiede l’ergastolo per i tre assassini dell’agente Apicella

“E’ trascorso un anno dal giorno in cui abbiamo dato l’ultimo saluto a nostro figlio, nostro fratello -dicono i familiari di Lino-un incubo atroce da cui speravamo ogni notte di svegliarci e poter dire: ‘E’ stato solo un brutto sogno!’ Purtroppo non è andata così ….Ci manca il Tuo sorriso Lino , la Tua gioia, la Tua presenza…ci manchi Tu! Non perdiamo mai la fiducia nelle istituzioni ed attendiamo solo che sia fatta giustizia”.



Cronache Tv



Ti potrebbe interessare..