Napoli, prelevati veicoli senza assicurazione

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Da tempo auto e moto erano parcheggiate lungo i vicoli del rione Sanità sprovviste della copertura assicurativa.

Stamattina i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale e gli agenti dell’Ufficio Veicoli Abbandonati della Polizia Municipale hanno effettuato un servizio in via dei Cristallini, vico San Felice, via Antonio Villari, vicolo Maresca, via Sanità, vico Lammatari, vico Santa Maria del Pozzo, via Montesilvano e via Vincenzo de Monte dove hanno sequestrato 47 motoveicoli e 11 autovetture parcheggiati in strada privi di copertura assicurativa.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Napoli, sequestrate 77 auto abbandonate in strada

L’operazione si inquadra in una più ampia copertura del territorio soprattutto nel centro storico dove fenomeni del genere vanno avanti da tempo.






LEGGI ANCHE

Nola, raid contro consigliere comunale: 4 colpi al garage

Nella notte scorsa, a Nola , ignoti hanno preso di mira il garage dell'abitazione di Erasmo Scotti, consigliere comunale di maggioranza, colpendolo con quattro colpi d'arma da fuoco. Questo non è il primo episodio del genere per l'uomo di 34 anni, che in passato ha già subito attentati simili, tra cui l'incendio doloso di due veicoli. Attualmente, i carabinieri di Nola e il nucleo investigativo di Castello di Cisterna stanno conducendo le indagini sull'accaduto.

Giallo sulla spiaggia di Capaccio: resti di un piede umano trovati da un turista

Giallo a Capaccio Paestum, dove ieri mattina sulla spiaggia di Licinella, è stato fatto il macabro ritrovamento di resti ossei in riva al mare. Un turista tedesco, mentre passeggiava sulla battigia con il proprio cane, ha scoperto parte della tibia destra e un piede, molto probabilmente appartenenti a un uomo. E' scattato subito l'allarme e l'arrivo dei carabinieri della sezione scientifica che hanno prelevato il pezzo di piede. È difficile stabilire da quanto tempo i resti...

Salerno: sequestrati beni a 5 imprenditori per truffa ad Invitalia

La Guardia di Finanza di Salerno ha eseguito un sequestro conservativo di 5 unità immobiliari e 2 quote di partecipazione in persone giuridiche nei confronti di 5 imprenditori della provincia salernitana. Il provvedimento, disposto dalla Procura regionale per la Campania della Corte dei Conti, riguarda un'indagine su una presunta truffa ai danni di Invitalia, l'agenzia nazionale per lo sviluppo. Secondo gli accertamenti, gli imprenditori avrebbero illecitamente percepito contributi per oltre 950mila euro, rendicontando ad Invitalia spese...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE