Commozione al funerale del Procuratore, Luigi Frunzio

SULLO STESSO ARGOMENTO

Sono stati celebrati stamattina dall’arcivescovo metropolita Domenico Battaglia, nel Duomo di Napoli, i funerali del procuratore aggiunto di Napoli, Luigi Frunzio, recentemente scomparso dopo una lunga battaglia contro il covid.

Una foto in camicia bianca, il volto sorridente e gli occhiali da sole. Perche’ Luigi Frunzio, il coordinatore della Direzione distrettuale antimafia di Napoli, era anche cosi’. Allegro, sereno. E i familiari hanno voluto ricordarlo proprio con una foto molto ‘nomale’. La toga sulla bara nella camera ardente allestita ieri nel tribunale di Napoli con il picchetto di polizia e carabinieri. Poi i funerali al Duomo con tante personalita’, nel rispetto delle distanze di sicurezza. Tutti in mascherine e con gli occhi pieni di lacrime.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Covid, nuovo boom di morti e guariti in Campania: curva contagio stabile

Alle esequie, svolte nel pieno rispetto delle norme anti-covid, hanno preso parte molti colleghi del magistrato, autorita’ civili e alti rappresentanti delle forze dell’ordine. Presenti, alla funzione religiosa, il procuratore di Napoli Giovanni Melillo, il procuratore di Salerno, Giuseppe Borrelli, il procuratore di Torre Annunziata, Nunzio Fragliasso, tutti i procuratori aggiunti di Napoli, i suoi collaboratori piu’ stretti, il procuratore generale presso la Corte di Appello di Napoli, Luigi Riello, il presidente della Corte di Appello di Napoli, Giuseppe de Carolis di Prossedi, il questore di Napoli, Alessandro Giuliano, il generale di Brigata Giuseppe Canio La Gala, comandante provinciale dei Carabinieri di Napoli. Per la Guardia di Finanza erano presenti il generale di Corpo d’Armata Edoardo Valente in rappresentanza del Comando Generale, il comandante interregionale Italia meridionale generale di Corpo d’Armata Ignazio Gibilaro, il comandante Regionale Campania, generale di Divisione Virgilio Pomponi, il comandante Provinciale Napoli, generale di Brigata, Gabriele Failla. Presente anche il sindaco di Benevento Clemente Mastella. Particolarmente toccanti le parole con le quali i primi due figli del magistrato scomparso, Gaia e Vincenzo, hanno ricordato il padre, vittima di una crisi respiratoria che l’ha colto mentre era in fase di riabilitazione.






LEGGI ANCHE

Rapinano una commerciante a Telese Terme: denunciati 3 giovani

Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Cerreto Sannita e della Stazione di Telese Terme (BN), a conclusione di attività d’indagine, denunciavano alla Procura della Repubblica...

Aversa: la cantante neomelodica Fabiana incontra gli studenti per parlare di amore e del suo controverso successo

La cantante neomelodica Fabiana, al centro di una polemica nazionale per la canzone "Malessere" che inneggia all'uomo geloso e prepotente, parlerà di amore con...

‘Stato di Grazia’ arriva a Salerno il 22 febbraio al Cinema Teatro Delle Arti

"Stato di Grazia" al Cinema Teatro Delle Arti di Salerno il 22 Febbraio Il docufilm "Stato di Grazia" racconta la storia di Ambrogio Crespi,...

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE