Napoli, minacce all’autista dell’ambulanza: ‘Spegni lo sirene, o ti sparo’

SULLO STESSO ARGOMENTO

Napoli. Ennesima aggressione all’equipaggio di un’ambulanza. E’ accaduto ai Quartieri Spagnoli. E lo segnala con puntualità il gruppo Nessuno Tocchi Ippocrate.

Sabato sera intorno alle 20.00, l’equipaggio della postazione 118 di Pietravalle era diretto a scala Montesanto (quartieri spagnoli( improvvisamente vengono affiancati da due loschi figuri su un motociclo che bussando violentemente sulla fiancata del mezzo fermano la corsa ed esclamano: “Hai capito che qui le sirene non le devi usare? Spegnile altrimenti ti sparo” e successivamente una serie di offese non ripetibili.

“L’autista impaurito allerta le forze dell’ordine- raccontano quelli di Nessuno Tocchi Ippocrate- e nell’attesa dell’arrivo della polizia l’equipaggio resta in ostaggio del quartiere senza potersi muovere in quanto i facinorosi facevano ronde continue intorno a loro. Arrivati i poliziotti , i sanitari vengono letteralmente scortati a sirena fuori dal quartiere. Purtroppo il problema delle “sirene non gradite” è molto comune a Napoli , ci sono quartieri dove sono bandite, tipo Sanita’ , Quartieri Spagnoli, rione Traiano. Evidentemente le sirene sono “non gradite” poiché il paziente all’interno non è un loro congiunto”.

Sulla vicenda è intervenuto anche il  Consigliere Regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli: “Una situazione surreale e assurda che condanniamo nella maniera più assoluta. Evidentemente alcune persone, si tratta di gentaglia e criminali, non gradiscono il suono delle sirene perché per loro la vita umana non ha valore. Quando, però, sono dei loro familiari a necessitare di cure mediche, allora pretendono il massimo dell’attenzione e delle accortezze, calpestando i diritti di tutti gli altri, e senza motivo aggrediscono medici ed infermieri e devastano i pronto soccorso. Questa situazione è intollerabile. Il personale sanitario, a cui va la nostra solidarietà, va tutelato con controlli continui nelle strade e presidi fissi di polizia nel pronto soccorso”.





LEGGI ANCHE

Geolier mantiene la promessa e porta il premio cover sulla tomba dell’amico Daniele

Geolier porta il premio cover sulla tomba dell'amico Daniele Geolier, il rapper di Secondigliano, ha recentemente mantenuto una promessa toccante fatta al suo defunto amico Daniele Caprio. Dopo la perdita di Daniele a causa di un sarcoma, Geolier ha deciso di onorare la memoria dell'amico portando il premio vinto dalla collaborazione con Gigi D'Alessio, Gué e Luché sulla sua tomba. Di nome Emanuele, Geolier ha mostrato il suo lato più umano visitando la famiglia di...

E’ tornata la neve sul Vesuvio e in Irpinia

Nelle ultime ore, una repentina ondata di freddo ha colpito la regione della Campania, portando neve sul Vesuvio e in Alta Irpinia. Questo improvviso cambiamento meteorologico è stato causato da un crollo repentino delle temperature e dalle piogge abbondanti registrate nelle ultime ore . La neve sul Vesuvio, ritardataria rispetto agli anni precedenti a causa di un febbraio insolitamente mite, ha regalato uno spettacolo insolito agli abitanti della zona, coprendo il paesaggio di bianco e creando...

Giallo sulla spiaggia di Capaccio: resti di un piede umano trovati da un turista

Giallo a Capaccio Paestum, dove ieri mattina sulla spiaggia di Licinella, è stato fatto il macabro ritrovamento di resti ossei in riva al mare. Un turista tedesco, mentre passeggiava sulla battigia con il proprio cane, ha scoperto parte della tibia destra e un piede, molto probabilmente appartenenti a un uomo. E' scattato subito l'allarme e l'arrivo dei carabinieri della sezione scientifica che hanno prelevato il pezzo di piede. È difficile stabilire da quanto tempo i resti...

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE