Catturati 62 predoni delle case, la banda di georgiani terrorizzava l’Emilia Romagna

SULLO STESSO ARGOMENTO

Terrorizzavano tutto il Nord Italia, due bande di predoni specializzate in furti nelle abitazioni e con base in Emilia Romagna sono state scoperte dagli inquirenti: 62 gli arresti.

Con oltre 100 uomini, la Polizia di Reggio Emilia, sta eseguendo in Italia ed all’estero 62 misure cautelari emessi dal Gip nei confronti dei presunti appartenenti a due associazioni a delinquere transnazionali di matrice georgiana, diretta promanazione dell’associazione a delinquere denominata “Ladri di legge”, ” Thieves in the Law”, “Vor v zakone” ed in georgiano Kanonieri K’urdi, specializzate nella commissione sistematica e professionale di furti in abitazione e la contestuale attività di ricettazione e riciclaggio all’estero dell’imponente refurtiva. I furti in abitazione venivano consumati attraverso un comune “metodo georgiano”, una sorta di “firma” delle azioni criminali, consistente nell’effettuazione di effrazioni delle serrature, senza apparenti segni di scasso, attraverso arnesi appositamente preparati. Le indagini hanno evidenziato come, quotidianamente, nella citta di Reggio Emilia si formino, coagulandosi intorno ad un “capo” delle cellule criminali, composte da tre o quattro soggetti pronte a commettere, in città o in trasferta, dei furti. La lunga attività di indagine, dal novembre 2015 all’agosto 2018, ha permesso di raccogliere gli elementi per gli ulteriori 115 reati-fine contestati a vario titolo ai destinatari di misura e ha già permesso alla Polizia di Stato di procedere nei confronti di 37 persone all’arresto in flagranza di reato o a fermo di indiziato di delitto; così come ha permesso di recuperare refurtiva relativa ad oltre 20 furti in abitazione perpetrati in tutto il nord Italia (Reggio Emilia, Modena, Piacenza, Ravenna, Padova, Genova, Bologna) nonché numerosi monili di pregio, per i quali non si è ancora individuato il legittimo proprietario e documenti, anche validi per l’espatrio, falsi. I dettagli dell’operazione verranno illustrati nel corso di una conferenza stampa che si terrà presso la Questura di Reggio Emilia alle ore 11.






LEGGI ANCHE

Il Presidente del premio Charlot, “Dal Governo un abuso di potere sulla gestione dei fondi”

Il presidente del Premio Charlot, Claudio Tortora, ha espresso preoccupazione riguardo all'abuso di potere del Governo nella gestione dei Fondi sviluppo e coesione, ritenendo...

Caserta, dimessa dall’ospedale, bambina di 7 anni muore il giorno dopo: scatta l’inchiesta

I genitori di Giulia Rosa Natale chiedono giustizia: "Perché nostra figlia è stata dimessa prima della tragedia?"

Napoli, aggressioni e furti a Chiaia: 7 arresti

Quattro sono gli autori della tentata rapina e aggressione al Flanagan's di Chiaia dell'agosto scorso

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE