Maurizio De Giovanni, tutelare il patrimonio linguistico napoletano

SULLO STESSO ARGOMENTO

Maurizio De Giovanni parla ai giornalisti della necessità di tutelare il patrimonio linguistico napoletano.

A margine dell’incontro con il presidente del Consiglio regionale della Campania, Gennaro Oliviero, del Comitato tecnico scientifico per la salvaguardia e la valorizzazione della lingua napoletana, che è presieduto dallo stesso De Giovanni, commenta: “La Lingua napoletana è un aspetto imprescindibile della nostra identità culturale. Avere un patrimonio linguistico vivo ed in pieno sviluppo che non sia tutelato dalle istituzioni è inconcepibile. Finalmente però è avvenuto, siamo qui per far comprendere con chiarezza quello che noi possiamo fare”.

Il comitato, composto da quattro professori universitari e da tre personaggi scelti dal Consiglio regionale, è stato istituito con una legge regionale del 2019. “Noi in questo percorso – ha aggiunto De Giovanni – intendiamo coinvolgere tutti perché la Campania ha nella cultura l’unica vera possibilità di crescita economica. E per lo sviluppo della nostra industria culturale la lingua è fondamentale, come l’enogastronomia, l’archeologia e lo spettacolo”.

Leggi anche: 

Mina Settembre: debutto con quasi sei milioni di ascolti



    In questa direzione l’arrivo di un nuovo dizionario della Lingua Napoletana.

    L’ultimo risale alla fine dell’800, ma l’opera di Emanuele Rocco rimase per molto tempo inedita, perché non se ne trovava la seconda parte. Grazie all’Accademia della Crusca invece è stato possibile di recente ripubblicarla, dopo il ritrovamento della parte mancante.

    Vocabolario del Dialetto Napoletano di Emmanuele Rocco

    Sebbene sia trascorso poco più di un anno dall’approvazione, le iniziative per portare avanti il progetto di valorizzazione del patrimonio linguistico partenopeo sono andate avanti anche in tempo di pandemia. Il comitato scientifico, istituito appunto con la legge n.40 del 2019, ha avviato il progetto in un nuovo dizionario storico del Napoletano.

    “Quello di Rocco è sicuramente un punto di riferimento – spiega il presidente del comitato scientifico, il linguista Nicola De Blasi – che potrà essere tenuto presente, ma in un’opera più ampia, come quella che abbiamo in mente noi. Perché il dizionario storico a cui noi pensiamo arriva fino al ‘900 inoltrato”.

    La lingua dunque nella sua evoluzione, con gli influssi di altre aree della Campania, come “patrimonio vivo”.

    Nel lavoro in corso sono coinvolti professionisti, università e mondo della cultura. “C’è tutta una rete – sottolinea il presidente della commissione regionale per l’Istruzione e la Cultura, Bruna Fiola – che porterà sicuramente un vantaggio a quella che è la tradizione napoletana.




    LEGGI ANCHE

    Napoli, da oggi “La presa di Cristo” di Caravaggio esposta a Palazzo Ricca

    Dal 2 marzo al 16 giugno 2024, una nuova opera di Caravaggio, "La presa di Cristo", sarà esposta a Napoli, nelle sale di Palazzo Ricca, storica sede della Fondazione Banco di Napoli, in Via dei Tribunali 213.  Il quadro, un vero gioiello non sempre visibile al pubblico, fu scoperto nel 1943 nella collezione Ruffo di Calabria. La mostra si terrà presso la Fondazione Banco di Napoli, situata nel centro storico della città, in via dei...

    Stasera in Tv: la programmazione di oggi 2 Marzo 2024

    Ecco il riepilogo della programmazione tv di questa sera , 2 marzo 2024, sui principali canali italiani: Rai 1: alle 21:25 "Rischiatutto  70" Rai 2: alle 21:00 "Atletica Leggera- Campionati Mondiali Indoor Gasglow Rai 3: alle 21:23 "Il provinciale - E lungo il  tevere " Rete 4 : alle 21:25 "Nati con la camicia" Canale 5: alle 21:20 " C' è posta per te " Italia 1: alle 21:20 "Cattivissimo me" La 7: alle 20:35 "In altre parole" Tv 8: alle 21:35...

    Ariano Irpino, l’Osapp denuncia: “Ancora aggressioni in carcere”

    Escalation di aggressioni ai danni dei Poliziotti penitenziari nel carcere di Ariano Irpino. È l'ennesima denuncia del sindacato di polizia penitenziaria Osapp che ha annunciato per il giorno 12 marzo una visita negli istituti avellinesi di Ariano Irpino e Avellino da parte del segretario generale Leo Beneduci congiuntamente al segretario regionale Vincenzo Palmieri. "Ci sono ingenti danni che oramai non si contano più’, ciò nonostante i vertici regionali della Campania d del DAP benché’ i nostri...

    Sparatoria in strada a Scafati, obiettivo il pregiudicato Marcello Adini

    Il 43enne Marcello Adini è uscito dal carcere solo tre giorni fa dopo che era stato assolto per l'omicidio di Armando Faucitano

    Sparatoria a Fuorigrotta: pistoleri in azione in via delle Scuole Pie

    Nella zona di Fuorigrotta a Napoli, si è verificata una sparatoria su via delle Scuole Pie. I carabinieri del comando di Bagnoli sono intervenuti, intorno...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE