Natale: niente spostamenti tra comuni, ristoranti aperti fino alle 18 e servizio in camera per i cenoni

Natale: niente spostamenti tra comuni, ristoranti aperti fino alle 18 e servizio in camera per i cenoni.   Sono queste le decisioni principali che il Governo Conte si appresta a vara nella giornata di oggi dopo il lungo braccio di ferro tra aperturisti e rigoristi nella riunione con il premier Giuseppe Conte e i capi […]

google news
menù di natale
foto di repertorio

Natale: niente spostamenti tra comuni, ristoranti aperti fino alle 18 e servizio in camera per i cenoni.

 

Sono queste le decisioni principali che il Governo Conte si appresta a vara nella giornata di oggi dopo il lungo braccio di ferro tra aperturisti e rigoristi nella riunione con il premier Giuseppe Conte e i capi delegazione di maggioranza. Alla fine, nella sostanza, è la linea dura a prevalere in particolare sul capitolo spostamenti.

Dal 21 dicembre saranno consentiti solo gli spostamenti per il rientro dei residenti o rientro al domicilio. Niente ricongiungimenti familiari né spostamenti verso le seconde case. Esigenza, quello dello stop alla mobilità, fortemente sottolineata da Roberto Speranza, Francesco Boccia, Dario Franceschini e Alfonso Bonafede. Inoltre il 25, il 26 dicembre e il 1 gennaio non saranno consentiti spostamenti tra i Comuni, per una stretta ancor più incisivi che tenga a freno la curva dei contagi. “Non sarà possibile raggiungere i nonni per il Natale. È giusto così, vanno protetti”, spiega una fonte di governo all’Adnkronos.

[web_stories_embed url=”https://www.cronachedellacampania.it/web-stories/a-natale-niente-spostamenti-tra-i-comuni” title=”A Natale niente spostamenti tra i comuni” poster=”” width=”360″ height=”600″ align=”center”]

Il fronte aperturista con Iv in prima linea ‘ottiene’ l’apertura dei ristoranti a pranzo a Natale e Santo Stefano (resta la chiusura alle 18). Rimane il coprifuoco alle 22 sempre, anche nei giorni di festa, Capodanno compreso. Nulla di fatto sulla scuola, sebbene Conte nel pomeriggio con i capigruppo di maggioranza avesse sondato il terreno sull’ipotesi di un’apertura ‘simbolica’ il 14 dicembre che avrebbe fatto “bene ai ragazzi”.

A sorpresa invece arriva la decisione sugli alberghi in montagna: a differenza di rumors e previsioni, resteranno aperti. Ma per evitare veglioni e festeggiamenti di fine anno, alle ore 18 del 31 dicembre i ristoranti delle strutture alberghiere -al pari degli altri ristoranti sull’intero territorio nazionale- dovranno chiudere i battenti, e sarà concesso esclusivamente il servizio in camera. Gli impianti sciistici del resto, il cui stop è stato confermato stasera. Sul capitolo cenoni non dovrebbe essere indicato un numero massimo di partecipanti ma solo una ‘raccomandazione’ a non ospitare persone non conviventi.

 

google news

La Newsletter di Cronache

Ogni giorno nella tua mail le ultime notizie

Leggi anche

Pomigliano, al via i lavori di messa in sicurezza e sistemazione della pista ciclabile

Il sindaco di Pomigliano, Gianluca Del Mastro annuncia i lavori alla pista ciclabile

Marcianise, ruba auto a conoscente, fugge a polizia e provoca incidenti

Inseguimento spericolato da Marcianise in direzione Caivano sulla strada sannitica: bloccato un 45enne

Allerta meteo Campania: domani piogge e temporali

La Protezione Civile della Regione Campania, ha emanato un avviso di allerta meteo di colore arancione

Nel Sannio raccolta firme contro cartelle esattoriali

Alessandro Fucci, presidente dell'associazione AsLIm Italy annuncia l'iniziativa contro le cartelle esattoriali

IN PRIMO PIANO

Pubblicita