Monterusciello, un centro commerciale mai realizzato ora covo dei tossicodipendenti

SULLO STESSO ARGOMENTO

Monterusciello, un centro commerciale mai realizzato ora covo dei tossicodipendenti. Europa Verde: “Bisogna recuperare quell’area, c’è esigenza di nuovi spazi. Chiediamo al Comune di Pozzuoli e alla Regione di trovare soluzioni in accordo con la proprietà.”

Un centro commerciale, mai portato a termine, versa in condizioni di degrado ed è diventato un rifugio per tossicodipendenti.

Diversi cittadini segnalano a Monterusciello in via Carlo Levi un’area abbandonata, che viene utilizzata dai tossicodipendenti come luogo di riparo, come dimostrano le innumerevoli siringhe e fazzoletti insanguinati ritrovati.

L’area in questione corrisponde ad un centro commerciale la cui realizzazione non è mai stata portata a termine. Le immagini del degrado sono state inviate al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

    “Questa situazione è ben nota e da anni abbiamo fatto battaglie e proposte per ridare vita a quest’area. Avevamo presentato un progetto che includeva sia la realizzazione di attività commerciali in modo da dare uno slancio economico e sociale e portare lavoro in un’area periferica del territorio puteolano, sia l’insediamento di una Pretura per i Giudici di Pace, dato che ce ne sarebbe bisogno. Ma le istituzioni territoriali hanno sempre fatto orecchie da mercante e tutto è rimasto come era nonostante anche la disponibilità di diversi privati ad acquistare il terreno e far partire dei progetti. – spiega Gennaro Andreozzi, commissario di Europa Verde di Pozzuoli.

    “Una struttura del genere non può essere abbandonata al degrado, è uno spreco ed un insulto alla fame di spazi che soprattutto ora, in questa emergenza sanitaria, tutti abbiamo.

    Chiediamo al Comune di Pozzuoli e alla Regionale che si possa trovare una soluzione affinché l’area possa essere recuperata per dare vita a nuovi progetti. Nel frattempo bisogna sorvegliare e rendere sicuro quel luogo affinché non vada incontro ad ulteriore deterioramento e degrado.””- ha proseguito il Consigliere Borrelli.






    LEGGI ANCHE

    Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

    Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

    Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

    Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE