Imponevano le assunzioni di buttafuori
foto di repertorio


Imponevano le assunzioni di buttafuori nei locali della penisola sorrentina: presi due pregiudicati. Uno è un esponente di spicco del clan D’Alessandro di Castellammare.

Nella mattinata odierna, personale dei Commissariati di Castellammare di Stabia e di Sorrento, dava esecuzione ad ordinanza cautelare emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Napoli, emessa su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli nei confronti dei seguenti indagati:

SPAGNUOLO Nino, di anni 43, originario di Castellammare di Stabia e gravitante nell’orbita del clan camorristico D’Alessandro, attualmente ristretto presso la Casa Circondariale di Fuorni ( e TERMINIELLO Massimo, di anni 40, residente in Meta, noto pluripregiudicato della penisola sorrentina.
Gli indagati sono accusati di aver effettuato una serie di estorsioni in danno di operatori economici, della penisola sorrentina, attivi nel settore della movida a cui imponevano l’assunzione di personale addetto alla sicurezza (i cd. buttafuori).

In particolare, ai titolari di alcune discoteche ed alcuni bar, veniva imposto, attraverso minacce, l’assunzione di personale addetto al servizio di sicurezza a cui veniva fornito anche il “paravento” di un contratto stipulato con un’agenzia di sicurezza attiva ed operante nel napoletano. Le indagini permettevano di accertare, tuttavia, che la maggior parte del personale inviato nei locali, non era munito delle necessarie autorizzazioni ed anzi il più delle volte si trattava di personaggi che non avrebbero mai potuto ottenere tali autorizzazioni in quanto gravati da precedenti penali e/o di polizia.

LEGGI ANCHE  Discariche abusive nel Salernitano: 14 misure cautelari

Al vertice di tale gruppo era posto lo Spagnuolo che, sebbene ristretto agli arresti domiciliari, dettava disposizioni, indicando il personale da mandare ai locali, stabilendone i compensi e le mansioni ed affidando l’esecuzione ed il controllo di quanto stabilito al suo fidato collaboratore Massimo Terminiello. Lo stesso Spagnuolo percepiva dal personale addetto alle sicurezze una quota della loro paga mentre altra quota della stessa veniva versata al clan camorristico D’Alessandro, garante della possibilità di “lavorare” in penisola sorrentina in un regime di fatto monopolistico.

Le investigazioni permettevano anche di accertare che Nino Spagnuolo era il vero titolare della nota discoteca “Plan B” fittiziamente intestata ad altro indagato stabiese impegnato in altri lavori saltuari ed occasionali. Anche per la gestione della discoteca lo Spagnuolo utilizzava quale suo fidato braccio destro Terminiello Massimo che si occupava delle incombenze da eseguire in loco . Gli indagati sono stati sottoposti a misura cautelare per il reato di cui all’art.512 bis c.p. e conseguentemente è stato disposto anche il sequestro delle quote societarie della discoteca.

LEGGI ANCHE  Covid, 1665 positivi e 23 morti in Campania nelle ultime 24 ore

I due pregiudicati sono stati raggiunti da ordinanza cautelare per estorsione, aggravata dal metodo camorristico, in danno dell’ex socio del Plan B, da cui si faceva consegnare, dietro una serie di minacce gravi, la somma di ventimila euro. Terminiello Massimo, dopo le formalità di rito e il fotosegnalamento, veniva associato alla Casa Circondariale di Napoli Secondigliano mentre Spagnuolo Nino rimaneva associato alla Casa Circondariale di Fuorni (SA) dove gli veniva notificato il provvedimento restrittivo ed ove era già detenuto da tempo per altro.

La complessa ed articolata attività investigativa dei Commissariati distaccati di Castellammare di Stabia e di Sorrento, coordinati dalla D.D.A. di Napoli, ha permesso di svelare l’operatività di un gruppo criminale che “inquinava” la vita notturna sorrentina ed alterava anche le dinamiche economiche connesse alle attività commerciali collegate al divertimento notturno.



Cronache Tv


Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori

Altre Notizie

Camorra, non erano al soldo del clan: assolti 3 carabinieri di Secondigliano

Gli appuntati Giuseppe Lisco, Andrea Corciulo e Giuseppe Costanzo, erano stati accusati di corruzione aggravata da un loro collega, il...
Leggi tutto

Covid, oggi 22. 865 casi in Italia: tasso di positività al 6.7%

Ancora un forte aumento di positivi con la Lombardia che fa registrare oltre 5mila casi
Leggi tutto

Vietri sul Mare, troppi contagi: il sindaco chiude piazze e chiese

La decisione del primo cittadino Giovanni De Simone
Leggi tutto

Instituto Cervantes: 4 incontri in streaming con lo chef castigliano Juan Carlos Benito

Dall’8 al 29 marzo dalle ore 16 sulla piattaforma Zoom | Accesso gratuito |"La geografia della Spagna attraverso le tapas"
Leggi tutto

Tragedia Santa Maria Capua Vetere: bimbo di 4 mesi trovato morto in culla

Qualche ora prima della scoperta il neonato era stato allattato dalla mamma
Leggi tutto

Direzione regionale Musei Campania, insieme per la cura del verde nella Villa Floridiana

La Direzione regionale Musei Campania, in collaborazione con l’Associazione Premio GreenCare Aps, organizza sabato 6 marzo dalle ore 9.00 alle...
Leggi tutto

Napoli, Città della Scienza: a 8 anni dal rogo ancora nessuna ricostruzione

Il futuro di Città della Scienza e di Bagnoli passa nuovamente per una cabina di regia, come annuncia il ministro...
Leggi tutto

Cronisti minacciati Il ministro Lamorgese: “Massima attenzione del Viminale anche per il web”

Nel 2020 aumentano i casi dell'87%: Fnsi, Ordine, Assostampa Toscana e il direttore de Il Tirreno alla riunione del Centro...
Leggi tutto

Pd, Nicola Zingaretti si dimette da segretario

"Mi vergogno che nel Pd, partito di cui sono segretario, da 20 giorni si parli solo di poltrone e primarie,...
Leggi tutto

Covid, in Campania 2780 nuovi positivi: tasso all’11,58%

La regione in piena terza ondata. Registrati altri 40 decessi
Leggi tutto

Vandalizzata la scuola Rodinò di Ercolano. Bambina scrive a Consigliere Borrelli

Una bambina scrive a Borrelli: “Hanno sparso per terra e vandalizzato le cose di un mio amico disabile solo per...
Leggi tutto

Napoli, aggredisce infermiera del Santobono: denunciata

La donna, una 33enne napoletana, è stata denunciata per minacce e lesioni.
Leggi tutto

Campania: ok per vaccini a docenti pendolari ma occorre fornitura ad hoc

Le dosi di Astrazeneca sono attualmente tarate per soddisfare la vaccinazione dei docenti che operano in territorio regionale campano.
Leggi tutto

Al via i lavori di restauro del mosaico di Alessandro Magno

'La battaglia di Isso', un manufatto di 5,82 metri per 3,313 metri scoperto nel 1831 e dal 1844 nel Museo...
Leggi tutto

I muri colonnati della Galleria Umberto I di Napoli imbrattati da scritte selvagge

Europa Verde: "Abbiamo proposta di ripulire a nostre spese i muri ma la Soprintendenza di fatto ci blocca"
Leggi tutto

Punta Campanella partecipa agli Stati Generali del Turismo

In Italia si contano circa 30 milioni di presenze legate al turismo naturalistico
Leggi tutto

Coronavirus, Napoli: no dad ‘festeggiano’ un anno di chiusura della scuola

Il gruppo di no dad 'Usciamo dagli schermi' si è dato appuntamento sabato alle 11.30 alla metropolitana di via Toledo.
Leggi tutto

Napoli, aggredisce commerciante per derubarlo: bloccato da un carabiniere

Commerciante salvato da un carabinieri della Sezione Scorte, di rientro dal servizio a un magistrato. E' accaduto tra via Casanova...
Leggi tutto

Terra dei fuochi: da Aversa una nuova istituzione tra comuni a difesa della salute

L'iniziativa è del presidente del Consiglio di Aversa, Carmine Palmiero. Prima riunione martedì 9 marzo
Leggi tutto

Morta suicida al Vomero: chiesti 24 anni di carcere per l’ex

Il pg Giovanni Cilenti ha chiesto 24 anni di carcere per Mario Perrotta per la morte di Arianna Flagiello che...
Leggi tutto


Ti potrebbe interessare..