Camorra, il boss latitante ‘avvertito’ dai è stato scovato grazie ai .

, classe ’80, latitante da due anni è stato catturato questa notte dagli agenti della Squadra Mobile di . L’uomo, considerato il reggente dell’omonimo clan, rientrava tra i latitanti più pericolosi da catturare. Questa notte la sua fuga, culminata con l’arresto, è terminata sui Monti Lattari proprio tra Gragnano e territorio che non ha mai lasciato dal 2018 quando scappò da un’ordinanza di custodia cautelare per estorsione maturata nell’ambito dell’inchiesta Olimpo che vede coinvolti gli esponenti dei clan egemoni sul territorio stabiese e dei Monti Lattari. Gli agenti fecero irruzione nella sua abitazione a Gragnano ma non lo trovarono e da allora sono scattate le complicate indagini della Polizia. Di Martino, come è emerso dalle indagini, era però favorito dalla morfologia del territorio. La sua abitazione, un complesso di più case nelle quali vivono anche altri suoi parenti, dispone infatti di una serie di cunicoli che danno sulla strada e di strutture appositamente create che gli permettevano di accedere agevolmente alla montagna, caratterizzata da una foltissima vegetazione. «E’ stato – spiega il procuratore di Giovanni Melillo – un intervento molto delicato e difficile per le condizioni nelle quali si è svolto. Per la pericolosità del ricercato è stato necessario richiedere anche il supporto dei , “ma tutto si è svolto nel modo migliore grazie a professionalità di chi ha operato sul campo” ha aggiunto il procuratore.

“Dal punto di vista della procura – incalza Melillo – l’arresto di di Martino è importante, perché si tratta di un soggetto che aveva assunto una posizione di speciale rilievo nel contesto camorristico dell’area stabiese, in particolare della zona di Gragnano e dei Monti Lattari». A svelare i retroscena che hanno portato all’arresto è stato il dirigente della squadra mobile Alfredo Fabbrocini nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte anche il questore di , Alessandro Giuliano, ed il procuratore Giovanni Melillo. «L’inseguimento è durato all’incirca un’ora e mezza tra la folta vegetazione dei Monti Lattari, alla quale aveva accesso tramite un complesso sistema di cunicoli che gli permetteva di scappare dalla sua abitazione in pochissimi secondi».

«Avevamo capito – spiegano – da alcune settimane che lui ogni tanto faceva ritorno alla sua abitazione, un’abitazione situata in un agglomerato di case con una serie di cunicoli che danno sulla strada. Dalla sua abitazione, attraverso una serie di strutture appositamente create, era in grado di accedere alla montagna prospiciente alla casa. Abbiamo passato notti a pianificare l’intervento anche la vigilia di Natale. Questa notte è arrivato il momento giusto per intervenire. Abbiamo coinvolto circa 100 persone divisi in tre gruppi. Inoltre siamo stati supportati da 3 , uno dei quali messo a disposizione dal gruppo di esplorazione aeromarittima della guardia di Finanza, forniti di termocamere.

Il aveva il compito più arduo: un gruppo monitorava dall’alto la situazione, un altro gruppo bloccava le vie di fuga alla montagna. In un primo momento, grazie ad alcuni presenti nella sua abitazione che avevano sentito il nostro arrivo, è riuscito a scappare, ma eravamo pronti a questo. Grazie ai abbiamo individuato Di Martino e due suoi parenti che stavano tentando la fuga. Con la guardia di finanza, con un altro drone, siamo riusciti ad individuare con le termocamere i 3 soggetti che si stavano allontanando. Abbiamo quindi accerchiato i fuggitivi, bloccandoli».

Emilio D’Averio



Cronache Tv


Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori

Altre Notizie

Scandalo mascherine, arrestati l’ex re degli stampatori e 2 imprenditori: indagato ex ministro

Ai domiciliari Andelko Aleksic, Domenico Romeo e Vittorio Farina ex socio di Bisignani e tra i finanziatori della fondazione Open...
Leggi tutto

Napoli: tensione tra Insigne e Gattuso a fine gara

Il capitano prende a calci i tabelloni e urla con il tecnico. Rino al momento del rigore aveva gettato a...
Leggi tutto

Abusi edilizia a Capri: in 14 a processo

Inchiesta su una serie di ristrutturazioni di immobili soggetti a condono e risultati sprovvisti dei certificati di svincolo idrogeologico
Leggi tutto

Il Governo verso il rinvio delle elezioni amministrative

Oltre alle regionali in Calabria previste per aprile. Ci sono anche le comunali in 1200 comuni tra cui le metropoli...
Leggi tutto

Svezia, accoltella otto persone: sospetto terrorista ferito dalla polizia

Il giovane è stato bloccato dalle forze dell'ordine a Vetlanda a sud del paese: non è chiaro il movente
Leggi tutto

Si cercano probabili complici dei 4 rapinatori di Giugliano bloccati in banca a Nola

In manette sono finiti Francesco Cesaro, Mario Gracco e Giuseppe Crescenzo Palma, accusati anche di sequestro di persona e FelicePalma
Leggi tutto

Napoli, le pagelle degli azzurri: Manolas torna nel peggiore dei modi

Insigne e Di Lorenzo tra i migliori degli azzurri. Da incubo Manolas male Maksimovic e Hysaj
Leggi tutto

Follia Napoli: prende un rigore al 94′ e fa pareggiare il Sassuolo

Manolas entra e nel recupero regala il rigore del pareggio al Sassuolo
Leggi tutto

Napoli, 27enne denunciato per ricettazione al Rione Cesare Battisti

Il 27enne napoletano con precedenti di polizia, è stato denunciato per ricettazione; inoltre, il motociclo è stato restituito al legittimo...
Leggi tutto

Elicottero precipitato, i ragazzi della Onlus ricordano Rosa

Sono passati 5 giorni dal giorno in cui velivolo è precipitato a Montemaggiore nel comune di Bellona.
Leggi tutto

Il presidente Draghi a Ursula von der Leyen: “Acceleriamo sui vaccini”

Il premier telefona alla presidente della Commissione europea: al centro delle richieste anche il Recovery fund
Leggi tutto

Gli uffici del Comune di Maddaloni resteranno chiusi per due giorni per sanificazione

E’ stata firmata l’ordinanza con la quale è stata disposta la sanificazione dell’ente dopo i casi di positività al Coronavirus...
Leggi tutto

Amante del boss uccisa, processo bis per Belforte e sua moglie

Fissato il processo in Appello per l'omicidio di Angela Gentile, la donna uccisa per aver avuto una relazione con il...
Leggi tutto

Uccise l’amante con una coltellata alla gola a Poggiomarino. Condannato a 25 anni l’assassino di Luana Rainone

Borrelli: “Questa è a la giustizia che vorremmo sempre, non come è avvenuto con Fortuna Bellisario. Rapida, decisa, dura e...
Leggi tutto

Napoli, tentano di truffare un anziano: due denunciati

napoletani di 19 e 20 anni con precedenti di polizia, sono stati denunciati per truffa ed il ciclomotore è stato...
Leggi tutto

Proiettili a salve a Matteo Renzi, la busta intercettata e consegnata alla Digos

L'episodio risale a metà febbraio: la scoperta grazie ai controlli sulla posta destinata ai politici
Leggi tutto

Somma Vesuviana, Il sindaco cambia due assessori in giunta

Il sindaco di Somma Vesuviana, Salvatore di Sarno, cambia due assessori della giunta
Leggi tutto

Verità e giustizia per la Moby Prince, Ercolano vota una mozione a 30 anni dalla tragedia

Ancora troppi dubbi sulla morte delle 140 vittime: il consiglio comunale vuole chiarezza
Leggi tutto

Il Bari impone la legge del più forte alla Juve Stabia

La Juve Stabia non riesce a sfatare il "tabù" Romeo Menti.
Leggi tutto

Morte di Maria Paola, il fratello a processo per omicidio volontario

Michele Antonio Gaglione è stato rinviato a giudizio dal gup di Nola per la morte della sorella Maria Paola
Leggi tutto


Ti potrebbe interessare..