Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Salerno

Zio e nipote sorpresi a spacciare nel centro di Salerno

Pubblicato

il



Alle ore 21.40 di ieri sera, in via Settimio Mobilio, i poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Salerno, costantemente impegnati nella lotta all’odioso fenomeno dello spaccio di sostanza stupefacente che sempre più spesso coinvolge giovanissimi, ha tratto in arresto i salernitani A.A., di anni 39, pregiudicato, ed il nipote S.F., incensurato, di anni 19, in flagranza di reato di detenzione ai fini di spaccio di
sostanze stupefacente, trovati in possesso di gr. 160 di cannabinoidi, di gr. 0,196 di cocaina, e della somma di 140 euro, quale sicuro provento dell’attività illegale, nel mentre erano a bordo della loro autovettura. La conseguente perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire un bilancino di precisione ed ulteriore materiale utile al confezionamento della sostanza stupefacente, che, unitamente alla sostanza ed al danaro rinvenuto in precedenza, venivano debitamente sequestrati. I due arrestati, su disposizione dell’A.G. competente, venivano condotti temporaneamente presso le rispettive abitazioni in regime degli arresti domiciliari in attesa del giudizio per direttissima che verrà celebrato nella mattinata di domani 02 p.v. innanzi al Tribunale di Salerno.

Continua a leggere

PUBBLICITA

Cronaca Salerno

Salerno, scoperti 75 furbetti dei buoni spesa covid

Pubblicato

il

La Guardia di Finanza del Comando provinciale di Salerno ha individuato 75 cittadini del capoluogo che hanno illegittimamente percepito i cosiddetti buoni spesa Covid, per l’acquisto di generi di prima necessità durante il precedente lockdown.

Nello specifico, circa 800mila euro sono stati destinati al Comune di Salerno, che ha avuto il compito di distribuirli alle famiglie più bisognose, in base ai requisiti reddituali e patrimoniali fissati nel bando. Dopo un preliminare esame delle domande, il Comune ha riconosciuto il beneficio ad oltre 3mila nuclei familiari, assegnando a ciascuno dei capofamiglia due buoni spesa covid dal valore di 50 euro, più uno per ogni congiunto a carico.

Tutte le richieste accolte sono state poi passate ai finanzieri della prima Compagnia di Salerno che, sulla base di una preventiva analisi di rischio, hanno selezionato circa 300 posizioni, sulle quali si sono concentrati i successivi approfondimenti e riscontri. Incrociando le risultanze dei tanti database in uso, le Fiamme Gialle di Salerno hanno così individuato 75 istanze presentate con dati incompleti o non rispondenti al vero, per un ammontare complessivo che supera i 21mila euro. Le irregolarità emerse si riferiscono soprattutto a situazioni in cui il beneficio dei buoni spesa covid è stato concesso più volte allo stesso nucleo familiare, per effetto di richieste avanzate da più di un componente.

Le irregolarità accertate sono state segnalate al Comune di Salerno per l’immediata restituzione degli importi indebitamente percepiti. Alcuni dei trasgressori hanno nel frattempo definito la propria posizione, pagando in aggiunta una sanzione pari all’ammontare dei buoni ricevuti senza averne titolo. Negli altri casi, trascorsi inutilmente 60 giorni dall’accertamento delle irregolarità, sarà interessata la Prefettura di Salerno, competente all’irrogazione della sanzione amministrativa, questa volta nella misura più grave del triplo dello stesso valore di partenza dei buoni spesa covid.

Continua a leggere

Le Notizie più lette