Seguici sui Social

Calcio

Turris e Juve Stabia si dividono il derby del Liguori

PUBBLICITA

Pubblicato

il

turris juve stabia


La Juve Stabia non sa più vincere, mentre la Turris continua il suo ottimo inizio di campionato: allo Stadio Liguori di Torre del Greco termina 1-1 contro la Turris. Un derby campano che mancava da 20 anni, non ha nè vincitori nè vinti. Al gol di Codromaz risponde Rainone, un gol per tempo entrambi di testa. Le Vespe non riescono a sfatare il tabù “Liguori”, con quella di oggi sono 20 partite su 20 senza vittoria. Timidi passi avanti rispetto alla partita con il Palermo, ma una squadra che aspira alle posizioni d’alta classifica non può durare solo un tempo e scomparire nel secondo.

PRIMO TEMPO. Mister Padalino rivoluziona l’attacco per il derby e lancia dal primo minuto Bentivegna con Bubas centrale al posto dell’anonimo Romero. La prima frazione si chiude con il vantaggio gialloblu’ grazie alla reti di Codromaz, bravo a staccare in area dopo un corner battuto benissimo proprio da Bentivegna. Scaccabarozzi avrebbe sul mancino la possibilità di raddoppiare ma è bravo Abagnale in uscita. Poca roba la Turris nei primi 45: solo una richiesta di calcio di rigore e un mancato rosso a Rainone per un fallo di reazione su Bentivegna.

LEGGI ANCHE  Smantellato il clan italo-nigeriano: la droga trasportata da Napoli alla Sicilia. 13 arresti

SECONDO TEMPO. Ma nella seconda frazione la musica cambia decisamente. Pronti, via e proprio Rainone (non avrebbe dovuto continuato la partita) di testa pareggia i conti. Malissimo la difesa gialloblu’ che fa saltare il più basso in campo. Ma poi è una sorta di monologo corallino con diverse sortite offensive pericolose dalla parti di Tomei. Solo nel finale con l’ingresso in campo di Romero si rivedono le vespe in avanti con un paio di colpi di testa. IL risultato, però, non cambia e le due formazioni si dividono la posta in questo derby campano.


Continua a leggere
Pubblicità

Calcio Napoli

Meret: ‘E’ bello essere un calciatore del Napoli’

Pubblicato

il

Il portiere del Napoli, Alex Meret ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli

“Spero in un 20121 più positivo come squadra e il ritorno dei tifosi allo stadio molto importanti per noi, continuità non guasterebbe. Sono contento del percorso che sto facendo. Il gol Babayoko a Udine è stato importantissimo perché ci ha permesso di ritrovare la vittoria e per ripartire al meglio in campionato e trovare la continuità. Aver perso calciatori importanti per un periodo è stato sicuramente un danno ma ora li stiamo recuperando e andiamo avanti. Non esistono gare facili in Italia e anche contro l’Empoli abbiamo creato tanto, loro hanno trovato due bellissimi gol. Sul primo ero coperto dai miei compagni. Certi i miracoli si possono fare sempre”.

L’estremo difensore del Napoli intervistato dal direttore Walter De Maggio ha anche parlato del pranzo di ieri di tutta la squadra in un ristorante di Ercolano.  “E’ stata una bella occasione- ha detto- per stare insieme e da oggi abbiamo subito ripreso a lavorare. E’ un momento complicato e adattarci alla situazione che stiamo vivendo perché non non c’è molto tempo per recuperare e preparare al meglio la gara successiva. Contro la Fiorentina faremo sempre il nostro gioco anche se ha calciatori di qualità. Nella fase offensiva- ha spiegato Meret- dobbiamo essere più cattivi sotto porta. Involuzione dopo la sconfitta con l’Inter? E’ stata immeritata, abbiamo fatto una grande partita così come contro lo Spezia.  Contro la Juventus sarà una grandissima sfida, ma noi daremo di tutto per dare un’altra gioia ai nostri tifosi. Vincere con continuità ti dà molta fiducia e noi la dobbiamo ritrovare dopo le ultime gare. Giocare senza pubblico è molto triste e non avere i tifosi allo stadio fa un effetto negativo. Speriamo che tornino presto. L’affetto dei tifosi del Napoli è particolare- ha concluso- e fa grande piacere ed è bello essere un calciatore del Napoli. Le critiche? Bisogna vivere le situazioni belle e brutte con equilibrio e concentrarsi sul lavoro. Italia? Ha fatto molto bene negli ultimi due anni e agli Europei possiamo dire la nostra”.

LEGGI ANCHE  De Laurentiis: 'Sarebbe facile dargli del pirla, ma Pirlo si limiti a fare l'allenatore'
Continua a leggere

Le Notizie più lette