Seguici sui Social

Costiera Amalfitana

Turismo, 11 hotel dei sogni. Per il NYTimes al primo posto il San Pietro di Positano

PUBBLICITA

Pubblicato

il

hotel positano


Ci sono due hotel italiani nei sogni dei viaggiatori di tutto il mondo.

Almeno secondo il NYTimes. Con le restrizioni di viaggio in vigore a causa della battaglia in corso contro la pandemia, non ci resta che ricordare i viaggi passati o pianificare molto in anticipo e dunque il prestigioso quotidiano della grande mela ha deciso di chiedere a una serie di creativi di stilare la lista degli 11 hotels dei sogni. Al primo posto c’è il San Pietro di Positano che, secondo il NYTimes, ha il tocco cinematografico della Costiera Amalfitana.

LEGGI ANCHE  Rimpasto giunta a Torre Annunziata: 3 nuovi assessori

Continua a leggere
Pubblicità

Costiera Amalfitana

Troppi contagi covid a Maiori, il sindaco chiude chiese, parco e uffici comunali

Pubblicato

il

Troppi contagi covid a Maiori, il sindaco chiude chiese, parco e uffici comunali.

I 14 nuovi casi positivi al Covid riscontrati nella sola giornata di ieri hanno provocato preoccupazione nel comune di Maiori  dove, ad oggi, si contano 52 cittadini contagiati. Un aumento che negli ultimi giorni ha interessato diversi paesi della Costiera Amalfitana e che ha spinto il sindaco Antonio Capone a disporre misure restrittive per il comune di Maiori.

Da domani e fino al 17 gennaio, al fine di evitare il propagarsi dell’epidemia, e’ stata disposta la chiusura degli uffici comunali, delle chiese, del cimitero, dei circoli sociali e del parco giochi. Sospeso anche lo svolgimento del mercato settimanale nella giornata del venerdi’, mentre sara’ vietato effettuare visite di cortesia presso le abitazioni di parenti ed amici e qualsiasi festeggiamento e/o riunione sia in locali pubblici che luoghi privati.

LEGGI ANCHE  Alex Sandro della Juventus positivo al covid: è in isolamento

I titolari degli esercizi commerciali dovranno garantire ingressi contingentati e distanziamento dei clienti. Bar, ristoranti e attivita’ commerciali simili potranno lavorare soltanto con l’asporto e con la consegna a domicilio. Lo svolgimento dell’attivita’ didattica, invece, sara’ possibile soltanto con la modalita’ a distanza per gli alunni degli istituti scolastici di ogni ordine e grado.

Continua a leggere

Le Notizie più lette