Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Napoli

Sequestrati a Gianturco 11.690 tra dispositivi sanitari e articoli sportivi non a norma

Pubblicato

il

Sequestrati a Gianturco 11.690 tra dispositivi sanitari


Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha sottoposto a sequestro nella zona industriale del capoluogo, quartiere , 11.690 tra dispositivi sanitari e articoli sportivi non a norma, pronti per essere messi in vendita.

In particolare, le Fiamme Gialle del 2° Nucleo Operativo Metropolitano hanno riscontrato che i dispositivi, fra i quali 610 , collari cervicali, supporti per gomiti, ginocchiere, corpetti ortopedici, tute e pantaloni fitness, erano tutti privi del numero dell’Ente garante della conformità, delle indicazioni commerciali, nonché delle istruzioni obbligatorie in lingua italiana.
Segnalato alla Camera di Commercio il titolare, un 41enne di origine cinese, per violazioni al Codice del Consumo.
L’attività di servizio testimonia il costante impegno della Guardia di Finanza di Napoli nel contrasto agli illeciti nel settore della sicurezza dei prodotti, finalizzato alla tutela dell’economia legale e della salute dei consumatori.


PUBBLICITA

Cronaca

Why Not, de Magistris condannato in sede civile per diffamazione

Pubblicato

il

why not de magistris condannato

Why Not, de Magistris condannato in sede civile per diffamazione.

Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, ex pm di Catanzaro, è stato condannato per diffamazione in sede civile dalla Corte d’Appello di Catanzaro. De Magistris era stato querelato dall’ex Gup distrettuale di Catanzaro, Abgail Mellace, e da suo marito, l’avvocato e imprenditore Maurizio Mottola d’Amato. L’ex pm di Catanzaro, la cui nota inchiesta “Why Not?” era stata svuotata di valenza probatoria proprio dal Gup Mellace, aveva infatti riportato sul suo blog due articoli contenenti frasi ritenute dai querelanti diffamatorie in quanto “false e parziali” e che riguardavano, fra l’altro, il coinvolgimento di Mottola, amministratore della società Impremed, nell’inchiesta “Splendor” condotta proprio a de Magistris.

Secondo Mottola, de Magistris, ad esempio, avrebbe omesso di riferire “l’esito” della vicenda processuale utilizzando espressioni “denigratorie e lesive della sua reputazione”. Il querelante, inoltre, ha precisato che l’ex pm non aveva nemmeno menzionato il fatto che la richiesta di misura cautelare era stata respinta dal Gip e che il processo, celebrato con rito abbreviato, si era concluso con l’assoluzione con formula piena. (Lro/Adnkronos) ISSN 2465 – 1222 23-NOV-20 20:43 NNNN

Continua a leggere

Le Notizie più lette