Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Musica

Marlon torna con il nuovo singolo ‘Galera’

Pubblicato

il

Marlon


Dopo il successo ottenuto con “Italia” – che ha superato 1.350.00 streams in pochissimi giorni -, torna con “” (Visory Records), il suo nuovo singolo.

 

 

L’artista più del panorama discografico italiano, sceglie di raccontarsi senza barriere, senza filtri, mettendo in musica i suoi sentimenti, i suoi pensieri, i suoi timori e lo fa con quella maturità autorale che lo contraddistingue sin dalle prime pubblicazioni.

”, scritto dallo stesso – pseudonimo di Alessio Marino – racconta una relazione tossica, un rapporto di coppia all’interno del quale si diventa, con il tempo, completamente succubi e dipendenti dal partner, come rinchiusi in una vera e propria “”, costruita su sensi di colpa, dubbi, gelosie e paure, che si radicano a tal punto da non farci scorgere vie d’uscita. Questa situazione oppressiva e deleteria, inizialmente, è gradita alla coppia, che si scambia messaggi e telefonate solo in tarda notte, quando il resto del mondo sembra scomparire, per poi ricominciare, il giorno successivo, ognuno per la propria strada, fingendo di non conoscersi, di non essersi mai incontrati, voluti, amati.

Una tematica forte e per nulla scontata, spesso dimenticata, una situazione nella quale, purtroppo, si ritrovano molte coppie, dapprima entusiaste, spinte dal desiderio di nuove sensazioni, dal brivido del rischio, ma che, a lungo andare, lacera il rapporto, lasciando solchi profondi nell’anima di entrambe le parti.

«Il tuo corpo è una , per la notte intera, bella che non sembri vera» diventa presto «mi chiama quando è sola e vuole fare la loca, perde chi si innamora» e «L’amore ci consuma (…). Lei ha l’inferno dentro, se la tocco lo sento».

«Ho scelto di pubblicare questo pezzo – dichiara l’artista – per dar luce ad un argomento, quello dei rapporti che creano dipendenza, di cui non si parla molto, ma che è presente più di quanto si possa pensare, sia tra i giovanissimi, che tra le coppie più adulte. Con questo brano spero di far arrivare il messaggio che, sì, il fremito che si può provare in una situazione di questo tipo è sicuramente allettante, ma dall’altra parte, una relazione ha bisogno di complicità e soprattutto della libertà individuale per diventare stabile, per essere costruttiva. Al contrario, quell’emozione dei primi periodi va pian piano svanendo e rimangono solo grandi cicatrici sul cuore dei due amanti».

Ascolta il nuovo singolo: https://open.spotify.com/album/0ILcscXsEj94UTVznA8VZC?highlight=spotify:track:09vN8JGR3lc0LY1VtcbVx7

Il testo, diretto e ricco di sfumature, si posa su una produzione minuziosamente curata da Snow Beatz (mix e mastering di Lorenzo Sattin), che strizza l’occhio al reggaeton e punta a smorzarne il significato profondo, per un prodotto finale accattivante, fresco e decisamente ballabile, contrapposto anche alla vocalità intensa e volutamente bassa, cupa, di , che via via si apre fino al ritornello, carico di emotività e sentimento.

Segui Marlon su Instagram: https://www.instagram.com/thebadmarlon/?hl=it

Marlon, pseudonimo di Alessio Marino, è un cantautore italiano nato a Lecce nel 2002. Dopo aver trascorso infanzia ed adolescenza nella città pugliese, gira la Penisola innamorandosi perdutamente di ogni luogo che sfiora; per questo, si sente e si definisce un vero e proprio cittadino del Bel Paese più che di una singola città, pur rimanendo molto legato alle sue radici ed al Salento, il meraviglioso Tacco dello Stivale con tutti i suoi colori, i suoi profumi, le sue usanze e le sue tradizioni. Dopo la pubblicazione di diversi brani, tra cui “Saint Laurent” ed “Italia” (quest’ultimo ha totalizzato oltre 1.300.000 streams in pochissimo tempo), Marlon firma con Nuove Star, con cui prosegue il suo percorso artistico tra emozioni, flow, determinazione e tanto talento.

Ascolta “Italia” su Spotify: https://open.spotify.com/album/4aprtrSqNS0MpqthlF0wFH?highlight=spotify:track:0WrA3NTAbwqpcvcLoE9qqq

Continua a leggere
Pubblicità

Musica

Garanča e Kaufmann per la prima volta insieme al Teatro San Carlo

Pubblicato

il

San Carlo

Elina Garanča e Jonas Kaufmann, due delle più grandi voci contemporanee, per la prima volta insieme sul palco del Teatro San Carlo di Napoli.

 

Il lirico di Napoli lancia con le due star una nuova sfida dettata dai tempi: l’apertura di stagione via web, con la Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni. L’innovativo progetto di streaming sui social media è stato realizzato grazie alla partnership con Facebook Inc.

Lo spettacolo, concepito per la fruizione a distanza e con esecuzione in forma di concerto, sarà disponibile infatti sulla pagina Facebook del Teatro di San Carlo a partire dal 4 dicembre alle ore 20.00 e fino al 7 dicembre. Gli utenti pagheranno solo, per questo periodo limitato di 3 giorni, una quota simbolica di euro 1,09.Il cast include oltre alla Garanča (Santuzza) e Kaufmann (Compare Turiddu), Maria Agresta (Lola), Claudio Sgura (Alfio) ed Elena Zilio(Mamma Lucia).

L’ Orchestra e il Coro del Teatro di San Carlo sono diretti dal direttore musicale Juraj Valčuha, Maestro del Coro è Gea Garatti Ansin. Il canale Facebook del San Carlo ospiterà anche altri concerti e spettacoli con la stessa formula, tra cui, a dicembre, un Gala Belcanto .Alcune delle arie più belle dell’intero repertorio belcantista saranno interpretate da artisti di fama internazionale come: Maria Agresta, Ildar Abdrazakov, Nadine Sierra, Pretty Yende, Francesco Demuro, sotto la direzione di Giacomo Sagripanti. Arie, duetti e sinfonie di Mozart, Rossini, Bellini e Donizetti saranno eseguiti nello spirito magico di una Serata di Gala di Natale. La programmazione online del Teatro di San Carlo è resa possibile grazie al sostegno della Regione Campania, di Philippe Foriel-Destezet, Pastificio Di Martino e degli imprenditori di Concerto d’Imprese.

Continua a leggere

Musica

Del trombettista Antonio Baldino il tributo a Maynard Ferguson

Pubblicato

il

Antonio Baldini

Esce il tributo a Maynard Ferguson del trombettista salernitano Antonio Baldino

 

Esce venerdì 27 novembre, per l’etichetta Starpoint Corporation il tributo al caposcuola canadese, firmato dal trombettista Antonio Baldino, che festeggia, così, la sua entrata nella scuderia Yamaha, quale artista della casa giapponese. Otto tracce che racchiudono lo spirito di Maynard Ferguson, poiché Antonio Baldino ha scelto i songs che Maynard amava suonare, lavorando sugli arrangiamenti originali, con una band con cui ha creato, sia una tavolozza sonora molto particolare, fra strumenti acustici ed elettrici, sia una combinazione variegata di armonie, capace di apportare un maggiore ventaglio di possibilità nelle linee melodiche, andando a comporre, così quel “launching pad, per citare l’indispensabile Duke, che permette al solista di inserirsi sempre con grande naturalezza. Il tributo si apre con Maria, uno dei temi più amati di “West side Story” di Lenny Bernstein, simbolo della intenzione italiana di concepire lo strumento a fiato, che guarda in primis al bel suono e al canto, che qui ritroviamo in versione latin, con la coda affidata al flauto di Domenico Guastafierro, alla ricerca di preziosità timbriche e stilistiche, dalla luminosa cantabilità. A seguire “Birdland” di Joe Zawinul, con la band sprigionante energia potente, swingante, appassionante, che sa mettersi a disposizione dei solisti, con una apertura creativa e libera, agile come un piccolo gruppo dove tutto può accadere, ma capace di sostenere quella atmosfera suggestiva e romantica caratteristica della ballad. Il “Theme for Star Trek” è quello del celebrato Do7 di Maynard. Il trombettista che vuol porsi sulle tracce dell’indimenticato caposcuola, non può non dominare i suoni fuori-registro della tromba. La versione proposta è quella originale, che la formazione con lo svettante solista, esegue in estremo relax, assicurando un intenso, fluido e schietto dinamismo. Non manca l’omaggio al Maynard balladeur, con “Bitter Sweet” di Willie Maiden, in cui unitamente a “Tenderly”, che chiude il progetto, con un arrangiamento con archi firmato dallo stesso Antonio Baldino, permette al trombettista di fare sfoggio della sua straordinaria capacità di assemblare organizzazione formale, sensibilità e sincera riconoscenza, nei confronti del suo mito. Al centro del florilegio di brani, l’immancabile “Gonna Fly Now”, il tema di Rocky, “Admiral’s Horn” e “Chameleon”, sulla strada della fusion, sicuramente la sua miscela esplosiva di maggior successo, che pone in luce le capacità del trombettista di riconfigurare motivi familiari, adattare arrangiamenti che esaltano la melodia originale, in cui la totale immediatezza resta la caratteristica principale, unitamente al fascino racchiuso nella ricerca di una “forward intention” di accenti e fraseggi, dialoganti con quel linguaggio dell’azzardo e della sfida, che è l’essenza stessa della musica.

Segui Baldino su Fb: https://www.facebook.com/antonio.baldino.9

Da quando si è laureato per la prima volta nel 1999 al Conservatorio di Salerno, Antonio Baldino è cresciuto nel panorama musicale italiano sia come trombettista che come tastierista e produttore musicale. Successivamente, nel 2019, si è laureato anche in Tromba Jazz. Inizia gli studi musicali sotto la guida dei Maestri: Fortunato Santoro, Bernardo Ferrara, Andrea Tofanelli, Claudio Parodi, Andrea Lucchi, Giovanni Amato. Una parte importante della sua crescita musicale è stata la Salerno Jazz Orchestra con la quale suona come prima tromba dal 2007, e con la quale ha collaborato con numerosi artisti di fama internazionale. Antonio si è esibito con artisti del calibro di Michael Bublè, Peter Cincotti, Jennifer Lopez, Craig David, Paul Young, Skin, Estelle, Marc Antony, Dee Dee Bridgewater, Adriano Celentano, Morgan, Marco Mengoni, Giuliano Sangiorgi (Negramaro), Emma Marrone, Alessandra Amoruso, Biagio Antonacci, il Volo, Tony Renis, Christian De Sica, Gino Paoli, Simona Molinari, Antonio Maggio, Spagna, Diane Shuure, Francesco Cafiso, Giacomo Celentano, Vince Tempera,Gianluca Guidi, Mario Rosini, Belen Rodriguez, Roberta Gambarini, Tullio De Piscopo, Tony Esposito, Sal Da Vinci, Gigi Finizio, Andrea Sannino, Stefano di Battista, Nichy Nicolai, Marcello Cirillo, Serena Autieri, Massimo Modugno, Flavia Fortunato, PeterErskine, Randy Brecker, Bob Mintzer, Tom Harrell, Antony Strong, Peppino di Capri, Stefano Masciarelli, Demo Morselli, Dino e Franco Piana, Alvaro Martinez, Pepe Rivero, Aleandro Baldi, Cristal White, Guido Lembo, Valentina Stella, Silvia Mezzanotte e molti altri. I suoi crediti televisivi riguardano le produzioni di Panariello sotto l’albero (RAI 1), Ballando con le stelle (RAI 1), Domenica in (RAI 1), Adrian (CANALE 5), Concerto di Natale in Vaticano (CANALE 5), La vita in diretta (RAI 1), I fattivostri (RAI 1) , Tim Tour (ITALIA 1), Mezzogiorno in famiglia (RAI 2) , Dopo festival Rai 2015, Casa Sanremo 2020 (RAI); I suoi crediti teatrali, invece, riguardano le produzioni di Cinecittà con Christian De Sica, Parlami di me con Christian De Sica e Paolo Conticini, Christian racconta Christian De Sica, La Resistibile ascesa di Gianluca G…… con Gianluca Guidi, …e sottolineo se con Gianluca Guidi, Magnifique con Peppino Di Capri, Mille bolle blu con Stefano di battista e Nicky Nicolai, Scapece…..ma non capace con Salvatore Misticone e Antonio Lubrano; Antonio si è esibito in eventi di grande importanza come Umbria Jazz 2012 a Perugia, I TIM Tour, Roma Internazionali di tennis, Fiction Fest Roma, La casa di Miss Italia Montecatini terme. Nel corso degli ultimi anni ha collaborato a molteplici produzioni artistiche con le sue sessioni di registrazione. Antonio ha il suo studio di registrazione, con il quale distribuisce progetti dalla Pre alla Post produzione. Utilizza questo spazio anche per sessioni remote dandogli la possibilità di collaborare a progetti con artisti di tutto il mondo. Il suo canale Youtube è in costante aggiornamento.

Ti interesserebbe sapere che …. https://www.cronachedellacampania.it/2020/11/maradona-treccani/

Ascolta Antonio Baldino

Continua a leggere

Le Notizie più lette