Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca

La polizia blocca la festa tra migranti al Buvero: 8 agenti feriti, 12 nigeriani fermati

Pubblicato

il

La polizia blocca la festa tra migranti al Buvero


Agenti di polizia aggrediti a Napoli da un folto gruppo di migranti al . La polizia era intervenuta, dopo una segnalazione, per interrompere una con numerose persone senza mascherina e in dispregio alle norme anticontagio.

 

Sarebbero una dozzina gli immigrati portati in caserma. La polizia sta cercando di ricostruire quanto accaduto nel circolo ricreativo frequentato da nigeriani nella zona del . Sono 8 gli agenti feriti o contusi.Si sta ricostruendo anche la dinamica dell’aggressione attraverso anche immagini e video da sistemi di sorveglianza e social.

La polizia a Napoli era intervenuta per la segnalazione di una in un circolo in via Michele Morelli, nella zona del borgo di San Antonio Abate, dove c’erano almeno 200 persone, in maggioranza extracomunitari di colore.

Gli agenti sono stati aggrediti, non e’ chiaro se perche’ era in corso una lite o perche’ la veniva cosi’ interrotta, dato che era un assembramento proibito dalle norme anti-contagio. In ausilio alla prima volante, sono arrivate altre voltanti e gli agenti del Reparto Mobile.

Gli immigrati hanno opposto resistenza, ci sono stati lanciati di oggetti. Gli agenti hanno chiesto rinforzi alla polizia e ai Carabinieri intervenuti in massa sul posto. Numerose le vetture delle forze dell’ordine arrivate in zona, al Borgo Sant’Antonio. E’ stato particolarmente difficile riportare la calma.

Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Covid, il campo rom di Scampia dichiarato zona rossa: 95 positivi su 370 tamponi

Pubblicato

il

Pubblicità'

campo rom
Foto da Google
Pubblicità'

Sono 95 i tamponi risultati positivi sui 370 effettuati tra il 25 novembre e il 2 dicembre nel campo rom di Scampia, tra la Circumvallazione esterna e via Cupa Perillo nella zona nord di Napoli.

Una percentuale di tamponi positivi sui tamponi processati del 25,68% che ha spinto la Asl Napoli 1 Centro a valutare come misure cautelari di prevenzione l’isolamento dei positivi e la quarantena per tutti i residenti nel campo, anche in considerazione “sia delle condizioni di vita sociale della popolazione all’interno del campo, che vede promiscuità tra i nuclei abitativi dei numerosi insediamenti abitative (strutture del tipo prefabbricato), sia della diffusa inosservanza delle basilari regole igienico-sanitarie in materia di Covid-19”.

Tutti i residenti del campo, in pratica, vanno considerati come contatti stretti dei positivi. Nella stessa nota inviata oggi all’Unità di crisi della Regione Campania la Asl evidenzia la necessità della “sorveglianza del campo per evitare ingressi o uscite”.

Le Notizie più lette