Seguici sui Social

Italia

È giusto denunciare dei vicini rumorosi? Vediamo quando e come si può fare

PUBBLICITA

Pubblicato

il



I vicini non si scelgono, semplicemente capitano. Per questo a volte può capitare che nascano dei dissapori, soprattutto se qualcuno di loro comincia a comportarsi male e a disturbare la nostra quiete.

Naturalmente, come in tutti i condomini, anche nel tuo bisogna rispettare una serie di regole per il buon vivere. Bisogna saper rispettare i diritti degli altri perché ci aspettiamo che anche gli altri siano delicati e riservino lo stesso tipo di rispetto anche a noi. Purtroppo, non sempre questo capita: anzi, avviene molto più spesso che entriamo in conflitto.

 

Questo perché ciascuno di noi pensa prima di tutto al proprio bene e alla propria felicità senza accorgerci che attorno a noi esiste un intero mondo popolato da persone ugualmente bisognose di ricercare i loro interessi.

 

Dunque, per avere una traiettoria chiara e sapere quali confini non valicare, abbiamo bisogno che altri ci indichino un vademecum di cose da fare e soprattutto da non fare quando viviamo all’interno di un palazzo nel quale risiedono anche altre persone.

 

Ma se sei a conoscenza di quelli che sono i tuoi diritti e qualcuno dei tuoi vicini, non per forza dirimpettai, li violano, che cosa dovresti fare? Chiamare il tuo avvocato e fare causa al vicino molesto? Un tantino esagerato, soprattutto come prima azione.

 

Principalmente dovresti cercare di dialogare con chi ti vive accanto, poiché potrebbe non essersi accorto che quello che fa ti crea disturbo o un qualche tipo di danno. Soltanto nel caso in cui il tuo vicino non volesse ascoltare le tue ragioni o non si facesse convincere a smettere con il suo modo di fare, allora potresti iniziare a considerare altre opzioni.

 

In ogni caso, potresti comunque iniziare a chiedere un consulto a un legale che sappia dirti con chiarezza quali sono i tuoi diritti per legge e come difendere i tuoi interessi nel palazzo.

 

Entra nel sito di Avvocato Facile per trovare il professionista più adatto per il tuo caso e che abbia tutte le risposte che ti servono per risolvere la questione e sapere esattamente come porvi fine.

 

. Questo portale dimostra come a volte il web può essere molto utile per gli utenti per avere subito delle soluzioni a portata di mano e in questo caso anche per poter consultare dei professionisti validi.

LEGGI ANCHE  Il sindacato Sinod: "Vaccinare subito il personale scolastico"

Infatti chi si iscrive a questo portale potrà avere dei preventivi gratuiti e delle consulenze da avvocati di valore mentre questi ultimi possono avere la possibilità di farsi conoscere da un range di clienti ampio e in tutta Italia.

Ecco tutto quello che devi fare se hai vicini molesti, step by step

Innanzitutto, come abbiamo accennato prima, sarebbe sempre bene iniziare a parlare con calma. Il dialogo è la soluzione principale a ogni diatriba. Se c’è un conflitto tra due o più individui, attraverso la comunicazione si risolve subito il problema nel cinquanta percento dei casi.

 

Certo, affinché ci siano le giuste condizioni perché questo accada e si dissolva tutto con poche parole, allora sarà necessario che entrambe le parti siano disposte ad ascoltare, anche la parte lesa. Se tu vai a parlare con il tuo vicino che fa baccano e ti rendi conto che il problema è il vagito del figlio neonato, non esiste causa che tenga: lui non può farci niente, soprattutto la notte, poiché sappiamo che i bimbi hanno orari diversi dai nostri.

 

Questo è solamente un esempio, ma potresti rientrare comunque in una casistica particolare nella quale appunto non hai la possibilità di avanzare alcun diritto di protesta.

 

Per capire in quali casi ti puoi rivalere contro i tuoi vicini, e al limite contro tutto il condominio, dovresti poter consultare un avvocato fidato all’occorrenza.  Ma prima di arrivare a questo punto puoi volendo mandare una lettera di diffida ,dove inviti a cessare i rumori e a cambiare registro, con l’avviso che sennò procederai per vie legali.

La diffida deve contenere i tuoi dati generali e la spiegazione dettagliata della situazione, e dovrà specificare se i rumori infastidiscono solo te o tutto il condominio. Puoi inviare la diffida con lettera a mano o da imbucare nella buca delle lettere oppure con raccomandata a/r.

Se non hai risultati soddisfacenti un avvocato di valore è l’unico rimedio.


Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Giudiziaria

Torna libero l’ultrà del Napoli condannato per l’omicidio stradale del tifoso dell’Inter

Pubblicato

il

Torna libero l’ultrà del Napoli condannato per l’omicidio colposo del tifoso dell’Inter.

Fabio Manduca,  40enne ultrà del Napoli, era stato condannato a fine novembre a 4 anni per omicidio stradale per aver investito con il proprio suv e ucciso l’ultra’ del Varese Daniele Belardinelli durante gli scontri del 26 dicembre 2018 in via Novara tra le tifoserie di Inter e Napoli prima dell’inizio della partita in programma quella sera tra le due squadre a San Siro.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Omicidio stradale: condannato a 4 anni il tifoso del Napoli, Fabio Manduca

Lo ha deciso il gip Carlo Ottone De Marchi accogliendo la richiesta dell’avvocato Eugenio Briatico. Tuttavia, a Manduca e’ stato imposto l’obbligo di dimora nel comune del Napoletano in cui risiede. Nei giorni scorsi, intanto, sia il 40enne, tramite il suo legale, che la Procura di Milano hanno impugnato la sentenza del processo con rito abbreviato. La difesa ha chiesto l’assoluzione mentre i pm Rosaria Stagnaro e Michela Bordieri la riqualificazione del reato in omicidio volontario sorretto “dal dolo diretto nella variante del dolo alternativo” e la condanna a 16 anni di reclusione.

LEGGI ANCHE  Milano 'copia' Napoli con le stese: arrestati 3 giovani
Continua a leggere

Le Notizie più lette