Cava de Tirreni, arrestato pusher di 22 anni

SULLO STESSO ARGOMENTO

Nella giornata di ieri, 4 novembre, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’ Tirreni, Sezione Anticrimine hanno tratto in arresto un giovane “pusher”, S.A. salernitano di anni 22, con vari precedenti specifici, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Milano.

Il giovane era stato trovato in possesso, insieme a due complici, di alcune dosi di eroina e cocaina, già confezionate e pronte per lo spaccio, circa una settimana fa dagli agenti del Commissariato e deferito all’Autorità Giudiziaria per possesso di sostanze stupefacenti. Poiché già destinatario della misura cautelare dell’obbligo di dimora irrogata dal Tribunale di Milano, quest’ultima Autorità Giudiziaria, concordando con l’informativa del Commissariato circa la spiccata capacità a delinquere del giovane, disponeva l’aggravamento della misura con la custodia cautelare in carcere.

Pertanto, gli agenti del Commissariato, dopo una attenta attività di appostamento, bloccavano il pusher e, non senza difficoltà per il tentativo di sottrarsi all’arresto, lo conducevano nei propri uffici per le formalità di rito. Al termine, il giovane veniva tratto in arresto e condotto presso la casa circondariale di  Salerno – Fuorni a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

 






LEGGI ANCHE

Approvato il Documento strategico di indirizzo per il Piano Urbanistico di Napoli

Nella Commissione Urbanistica di Napoli è stato approvato all'unanimità il Documento strategico di indirizzo che orienterà le politiche urbanistiche del Comune in previsione della...

Novichok: cos’è l’arma chimica che ha avvelenato Alexei Navalny

Il Novichok è  un veleno appartenente ad un gruppo di agenti nervini di quarta generazione sviluppati dall'Unione Sovietica negli anni '70 e '80. Sono...

Arrestato parcheggiatore abusivo a Fuorigrotta

Ieri, la Polizia di Stato ha arrestato un parcheggiatore abusivo a Fuorigrotta, a seguito della segnalazione di una persona minacciata. Gli agenti sono intervenuti in...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE