Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Cronaca Napoli

A Napoli e provincia 65 denunciati per violazione delle norme anti covid

Pubblicato

il

violazione norme anti covid


Non si fermano i controlli dei Carabinieri del comando provinciale di Napoli per il contrasto all’illegalità diffusa e al rispetto delle normative anti .

 

Città e provincia sono state presidiate da centinaia di militari affinché fossero rispettate le prescrizioni inserite nei decreti governativi destinati a limitare il dilagare dell’epidemia da coronavirus.
65 le persone sanzionate per violazioni alla norma anticovid ma molteplici sono stati gli interventi dove i Carabinieri, utilizzando l’arma della persuasione a una responsabile adesione alle prescrizioni imposte, hanno invitato le persone ad indossare correttamente le mascherine e a sciogliere gli assembramenti
18 di queste tra il lungomare Partenope, Via Mergellina e Via Caracciolo, il Vomero, nonché le spiagge pubbliche con accesso da Via Posillipo: 10 non indossavano la mascherina, 8 sono stati sorpresi in strada oltre le 22. Quest’ultimi tutti giovani tra i 20 e i 25 anni.
31 sanzioni nell’area vesuviana e sorrentina, gran parte per la totale mancanza di mascherina: anche in questo caso sono 8 le persone che hanno violato il “coprifuoco”. 23 quelle senza dispositivi di protezione individuale. Tra gli altri comuni della provincia partenopea e nell’area a nord della città sono 16 le persone multate: 7 per la del “coprifuoco”, 9 per mancanza di mascherina.

Alle sanzioni per le violazioni alla normativa anti-contagio si affiancano le incalzanti e costanti attività di contrasto all’illegalità in ogni sua forma. Tra le innumerevoli attività compiute quelle che seguono sono le più importanti.

Si parte dai quartieri Vomero e Arenella dove i militari della locale compagnia hanno denunciato 4 parcheggiatori abusivi, sorpresi a chiedere denaro agli automobilisti in cerca di sosta. Un 18enne è stato trovato in possesso di un coltello a scatto con lama di 12 cm ed è stato denunciato per porto abusivo di arma da taglio.
Denunciato anche un 24enne perché sorpreso alla guida nonostante non avesse mai conseguito la patente.
10 gli assuntori di droga segnalati alla Prefettura per la detenzione di piccole quantità di stupefacenti.

Controlli a tappeto anche nell’area vesuviana e sorrentina.
A san Giuseppe Vesuviano i militari della locale stazione hanno denunciato un 28enne di Poggiomarino e un 60enne di San’Elia a Pianisi per ricettazione e riciclaggio di 3 autovetture trovate nelle loro disponibilità e risultate oggetto di furto. Rinvenuti anche 2 “jammer”, disturbatori di frequenze ad onde elettromagnetiche utilizzati per forzare i sistemi di sicurezza dei veicoli di ultima generazione.
Anche un 52enne ed un 53enne, entrambi di Poggiomarino, dovranno rispondere di ricettazione. Sono stati fermati e controllati a bordo di un’auto di lusso risultata oggetto di un furto commesso il 5 novembre scorso.
Droga rinvenuta anche a Terzigno. In un casolare abbandonato, i carabinieri della locale stazione hanno trovato 3 grammi di cocaina, 375 di hashish, 0,5 di crack, 2 di marijuana, un bilancino di precisione ed un coltello utilizzato verosimilmente per il taglio dello stupefacente.

Ancora in area vesuviana, I carabinieri della tenenza di Ercolano hanno arrestato per tentata estorsione e maltrattamenti in famiglia un 45enne di Torre del Greco già noto alle forze dell’ordine.
Come già accaduto in passato, l’uomo aveva preteso che la madre 67enne gli consegnasse denaro. Al suo rifiuto ha afferrato un bastone e spaccato il vetro della porta di ingresso dell’abitazione e i cui frammenti hanno ferito la donna.
Intervenuti sul posto i carabinieri hanno bloccato e arrestato il 45enne: è ora in carcere. La madre – sanguinante – è stata medicata da personale del 118.

E’ stato bloccato e arrestato dai Carabinieri della stazione di Poggiomarino ancora con il bottino in tasca. Andrea Allocca, 27enne del quartiere napoletano di San Lorenzo, aveva appena lasciato l’abitazione di due anziani di Poggiomarino ed era riuscito a sottrarre loro 700 euro, simulando la consegna di un pacco acquistato online dal figlio.
Poco prima, la coppia aveva ricevuto una telefonata durante la quale una persona – fingendosi loro figlio – gli aveva chiesto di ritirare un pacco che di lì a breve gli sarebbe stato consegnato.
Al corriere avrebbero dovuto pagare 700 euro, una somma solo anticipata a titolo di favore e che gli sarebbe stata presto restituita.
Grazie ai ricorrenti inviti a non cedere a tali inganni, l’anziana – una 87enne del posto – ha sospettato che si trattasse di una truffa e ha immediatamente scartato il pacco trovando al suo interno una confezione di sale da cucina. Ha allertato i Carabinieri e fornito una descrizione accurata del finto corriere.
I militari lo hanno facilmente individuato e bloccato. Il denaro è stato restituito alla coppia di anziani e il 27enne è stato ristretto in camera di sicurezza in attesa di giudizio.
Secondo quanto accertato dai Carabinieri, Allocca – utilizzando lo stesso metodo – aveva provato a spillare, senza riuscirvi, 1900 euro ad un 81enne di Poggiomarino.

Anche la penisola sorrentina è stata presidiata dai Carabinieri.
Nella cittadina di vico equense i militari della stazione locale hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio Renato Aiello, 29enne del posto e già noto alle ffoo.
Durante una perquisizione veicolare i carabinieri hanno rinvenuto 100 grammi di marijuana avvolti in una busta di plastica.
Nella sua abitazione – dove sono state estese le perquisizioni – rinvenuti un bilancino di precisione e materiale vario per il taglio ed il confezionamento della droga

Ancora a Vico Equense i militari hanno denunciato un 21enne del posto per ricettazione: è stato fermato mentre era a bordo di uno scooter oggetto di furto.

Controlli a tappeto anche a Volla e Castellammare di Stabia dove sono state identificate oltre 400 persone e elevate oltre 35 sanzioni per violazioni al codice della strada.

I carabinieri hanno setacciato anche l’area nord della provincia napoletana, presidiando i comuni di Nola, Giugliano in Campania, Casalnuovo di Napoli, Casoria e Marano di Napoli. Centinaia le persone controllate.
Denunciato un 44enne di origini marocchine per ricettazione: è stato sorpreso alla guida di un ciclomotore poi risultato oggetto di furto, privo di targa e telaio.
Nell’androne di un complesso popolare di Casalnuovo di Napoli i militari hanno rinvenuto 3,8 grammi di cocaina, 7,83 di crack, 18,09 di hashish e 118 di marijuana. La droga era nascosta in un’intercapedine ed era pronta per lo smercio.

I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.

Continua a leggere

PUBBLICITA

Cronaca Napoli

Napoli, sequestrati a Gianturco 15mila dispositivi sanitari non a norma

Pubblicato

il

sequestrati a Gianturco 15mila dispositivi sanitari non a norma

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, ha sottoposto a sequestro nella zona industriale del capoluogo, quartiere Gianturco, 14.800 dispositivi sanitari non a norma, pronti per essere messi in vendita.

In particolare, le Fiamme Gialle del 2° Nucleo Operativo Metropolitano hanno riscontrato che tutte le mascherine chirurgiche, erano prive del numero dell’Ente garante della conformità, delle indicazioni commerciali, nonché delle istruzioni obbligatorie in lingua italiana.

Si trattava sia di mascherine chirurgiche sia del tipo “KN95”. Segnalato alla Camera di Commercio il titolare, un 46enne di origine cinese, per violazioni al Codice del Consumo.
L’attività di servizio testimonia il costante impegno della Guardia di Finanza di Napoli nel contrasto agli illeciti nel settore della sicurezza prodotti, finalizzato alla tutela dell’economia legale e della salute dei consumatori.

Continua a leggere

Le Notizie più lette