Studio dell’Università Federico II: Lockdown intermittenti a livello regionale: un nuovo modello per la gestione del coronavirus

SULLO STESSO ARGOMENTO

Un nuovo studio sulla gestione della pandemia di COVID-19 in Italia basato su un modello a rete delle Regioni Italiane che suggerisce di attivare lockdown intermittenti a livello regionale per controllare la diffusione dell’epidemia e contenerne l’impatto economico, è stato sviluppato dal gruppo di ricerca coordinato dal Mario di Bernardo, ordinario di Automatica presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, in collaborazione con ricercatori dell’Università di Salerno, ENEA e del Politecnico di Milano e pubblicato sulla rivista internazionale Nature Communications.

La ricerca ha sviluppato un modello matematico, sulla base dei dati raccolti durante il lockdown nazionale, dove l’Italia è descritta come una rete di 20 regioni. I ricercatori hanno studiato le azioni che ciascuna delle regioni potrebbe mettere in campo per controllare la diffusione della pandemia e i flussi di persone che viaggiano tra di esse.

In particolare, viene mostrato che strategie di lockdown a livello regionale, anche per brevi periodi di tempo, possono essere particolarmente efficaci per evitare, o contenere, nuovi picchi epidemici riducendo gli enormi costi economici di un lockdown nazionale.

Il lockdown di una regione dovrebbe essere attivato, secondo lo studio, quando il numero di malati COVID ospedalizzati in terapia intensiva supera un livello di guardia indicato dal modello, e revocato quando esso ritorna sotto quel livello.

    Lo studio mostra inoltre l’efficacia a livello regionale delle misure di lockdown intraprese dal governo nazionale tra marzo e giugno 2020 rivelando l’esistenza di una correlazione tra il tasso di mortalità da COVID-19 e i livelli di saturazione dei sistemi sanitari regionali. Il modello e la metodologia sviluppati possono essere facilmente adattati anche ad altri contesti nazionali ed internazionali e a diversi livelli (province, regioni, macro aree o nazioni).

    Lo studio intitolato “A network model of Italy shows that intermittent regional strategies can alleviate the COVID-19 epidemic” è stato  sviluppato dal gruppo di ricerca SINCRO (Sistemi Nonlineari, Controllo di Reti e Processi) dell’Università di Napoli Federico II e coordinato da Mario di Bernardo, docente di Automatica presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e delle Tecnologie dell’Informazione e Coordinatore del Dottorato di Ricerca  in Modeling and Engineering Risk and Complexity della Scuola Superiore Meridionale in collaborazione con i docenti Pietro De Lellis e Francesco Lo Iudice della Federico II, Davide Liuzza, ENEA, Giovanni Russo dell’Università di Salerno e Fabio della Rossa del Politecnico di Milano.

     


    Torna alla Home


    Napoli, nigeriano fermato mentre tenta di violentare una donna

    Un uomo di nazionalità nigeriana è stato fermato dagli agenti della polizia municipale di Napoli mentre cercava di compiere un'aggressione sessuale. L'episodio si è verificato in via Marchese Campodisola, vicino a piazza Bovio, dove il sospetto stava molestando una donna. I cittadini che hanno assistito alla scena hanno  avvertito la...

    Eboli, morto anche l’anziano coinvolto nell’incidente costato la vita ai due carabinieri

    E' morto l'anziano coinvolto nell'incidente stradale lungo la statale tra Eboli e Campagna della scorsa settimana in cui morirono i due carabinieri: l’appuntato scelto Francesco Ferraro, 27 anni, e il maresciallo Francesco Pastore di 25, entrambi pugliesi. Il 75enne Cosimo Filantropia era ricoverato in gravi condizioni dalla notte dell'incidente. E...

    Napoli, inchiesta sul vessillo del figlio del boss durante la processione dei Fujenti

    E' stata aperta un'inchiesta per risalire ai responsabili che durante la processione dei Fujenti della Madonna dell'Arco nei giorni scorsi al rione Traiano hanno alzato il vessillo di Fortunato Sorianiello, detto Foffy ucciso nel 2014 da un clan rivale in un agguato mentre si trovava in un salone di...

    Oroscopo di oggi 15 aprile 2024

    Oroscopo di oggi 15 aprile 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno Ariete (21 marzo - 19 aprile): Potresti sentirti particolarmente energico ed entusiasta oggi. Questa è una grande giornata per iniziare nuovi progetti o per fare progressi significativi nei tuoi obiettivi attuali. La tua creatività sarà al top,...

    IN PRIMO PIANO

    LE VIDEO STORIE