Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Politica

Scafati. Intervento di Michele Grimaldi su Farmacie comunali

Pubblicato

il

Scafati


A un silenzio assordante avvolge il destino delle Farmacie comunali.  Dopo una presentata la scorsa settimana dalla coalizione civica “Insieme per ”, Grimaldi ritorna sulla questione.

, capogruppo dei Democratici e Progressisti, ritorna sulla questione delle Farmacie comunali:

“In tempi complessi e difficili come quelli che stiamo attraversando, siamo tutti giustamente preoccupati della la crisi sanitaria, economica e sociale causata dal Covid-19.

Ma questo non deve farci abbassare la guardia rispetto ad altre vicende: spesso nell’emergenza, e nell’ombra, si celano le peggiori scelte ed i peggiori interessi.
Ad esempio lascia davvero perplessi – per usare un eufemismo – il silenzio del Sindaco, dell’Assessore al Bilancio, di quello al Contenzioso e di quello alle Partecipate sulla vicenda delle Farmacie comunali.

Ad oggi continuiamo a non avere notizie sulla convenzione tra il Comune ed il Consorzio Farmaceutico Intercomunale, sul bando di vendita, sulle trattative in atto. E continuiamo ad essere all’oscuro sulle modalità di gestione, sui ricavi, i costi, gli acquisti e l’inventario delle Farmacie di proprietà del Comune.

Nulla si sa sulla sorte dei dipendenti, nulla si conosce nel merito delle trattative tra Comune e Consorzio.
In tutto questi, ancora, lascia maggiormente perplessi – sempre per usare un eufemismo – che nel silenzio del Sindaco, dell’Assessore al Bilancio, di quello al Contenzioso e di quello alle Partecipate, l’unico a parlare pubblicamente sia il Presidente del Consiglio comunale.

Il cui ruolo istituzionale dovrebbe imporre atteggiamenti super partes e soprattutto la non ingerenza nelle vicende operative che riguardano la Giunta.
Ed invece qualche giorno fa il nostro Presidente ha rilasciato una lunga intervista ad un quotidiano locale, entrando nel merito di questioni ancora aperte, come sulla scelta del Comune di pagare un risarcimento al Consorzio di quasi un milione di euro, su di una convezione che solo pochi prescelti conoscono e sulla stima del valore di vendita delle Farmacie stesse.

Su questi argomenti, dopo aver presentato un ordine del giorno aggiuntivo discusso nell’ultimo Consiglio comunale di luglio, come coalizione ‘Insieme Per ’ abbiamo presentato una nuova : per chiedere trasparenza su quello che sta accadendo, e per difendere un bene comune della nostra città.”

Leggi anche: https://www.cronachedellacampania.it/2020/10/scafati-interpellanza-sulle-farmacie-comunali-di-insieme-per-scafati/

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Campania

OrdiNataMente. Sconcerto per le parole del Presidente De Luca

Pubblicato

il

ordinatamente
Foto da Google

Le parole del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca , che ieri nella consueta diretta del venerdì ha definito i medici farabutti, ci lasciano sconcertati.

I medici in questi mesi di emergenza si sono distinti per abnegazione e senso di responsabilità. Le generalizzazioni non fanno mai bene. Noi, come movimento OrdiNataMente, avevamo offerto la nostra disponibilità per aiutare i medici di famiglia nell’effettuare i test rapidi antigenici in piena collaborazione con le AASSLL, ad oggi non accolta come ci aspettavamo. Ci auguriamo di non dover più ascoltare parole di questo genere che fanno, non solo male, ma non contribuiscono alla risoluzione dei problemi. Anzi! Creano un clima di tensione tra i Cittadini nei confronti dei Professionisti, che risulta deleterio nella gestione medica logistica e istituzionale della pandemia da COVID-19.

I Medici di OrdiNataMente

Continua a leggere

Cronaca Campania

Bombe carta sotto casa De Luca a Salerno: quattro indagati

Pubblicato

il

bombe carta
Foto da Google

Quattro persone sono indagate dalla Procura di Salerno per devastazione, saccheggio e resistenza a pubblico ufficiale in relazione agli incidenti avvenuti a Salerno la sera del 25 ottobre, quando gruppi di manifestanti esplosero bombe carta sotto l’ abitazione del presidente della Giunta regionale della Campania Vincenzo De Luca approfittando della protesta dei commercianti che non accettavano le misure governative di chiusura delle le proprie attivita’. La Digos ha effettuato perquisizioni nelle case dei quattro, sequestrando gli abiti usati quella sera ed una mazza chiodata. I quattro sono salernitani, dai 30 ai 50 anni, alcuni con precedenti per reati compiuti negli stadi.

Continua a leggere

Le Notizie più lette