scoperta neuroni pompei


Pompei. Lo studio condotto in collaborazione con il Parco Archeologico di Ercolano dai ricercatori della Federico II, del CEINGE-Biotecnologie Avanzate, delle Università Roma Tre e la Statale di Milano e del CNR è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista PLOS ONE.

 

Un nuovo studio pubblicato dal PLOS ONE (*), autorevole rivista scientifica americana, rivela l’eccezionale scoperta di neuroni umani da una vittima dell’eruzione che nel 79 d.C. seppellì Ercolano, Pompei e l’intera area vesuviana fino a 20 km di distanza dal vulcano.

La straordinaria scoperta è tutta italiana, frutto del prestigioso lavoro dell’antropologo forense Pier Paolo Petrone, responsabile del Laboratorio di Osteobiologia Umana e Antropologia Forense presso la sezione dipartimentale di Medicina Legale dell’Università di Napoli Federico II, in collaborazione con geologi, archeologi, biologi, medici legali, neurogenetisti e matematici di Atenei e centri di ricerca nazionali, che hanno raggiunto risultati eccezionali nonostante le limitazioni imposte dal -19. “Il rinvenimento di tessuto cerebrale in resti umani antichi è un evento insolito – spiega Petrone, coordinatore del team – ma ciò che è estremamente raro è la preservazione integrale di strutture neuronali di un sistema nervoso centrale di 2000 anni fa, nel nostro caso a una risoluzione senza precedenti”.

L’eruzione, che causò la devastazione dell’area vesuviana e la morte di migliaia di abitanti, seppellendo in poche ore la città di Ercolano ha permesso la conservazione di resti biologici, anche umani. “La straordinaria scoperta ha potuto contare sulle tecniche più avanzate e innovative di microscopia elettronica del Dipartimento di Scienze dell’Università di Roma Tre, un’eccellenza italiana – spiega Guido Giordano, ordinario di Vulcanologia presso il Dipartimento di Scienze dell’Ateneo romano – dove le strutture neuronali perfettamente preservate sono state rese possibili grazie alla conversione del tessuto umano in vetro, che dà chiare indicazioni del rapido raffreddamento delle ceneri vulcaniche roventi che investirono Ercolano nelle prime fasi dell’eruzione.

LEGGI ANCHE  Covid, torna a calare in Campania la curva dei contagi

“I risultati del nostro studio mostrano che il processo di vetrificazione indotto dall’eruzione, unico nel suo genere, ha “congelato” le strutture cellulari del sistema nervoso centrale di questa vittima, preservandole intatte fino ad oggi”, aggiunge Petrone.

Le indagini sulle vittime dell’eruzione proseguono in sintonia tra i vari ambiti della ricerca. “La fusione delle conoscenze dell’antropologo forense e del medico-legale stanno dando informazioni uniche, altrimenti non ottenibili”, afferma Massimo Niola, ordinario e direttore della U.O.C. di Medicina Legale presso la Federico II.

Lo studio ha anche analizzato i dati di alcune proteine già identificate dai ricercatori in un lavoro pubblicato a gennaio scorso dal New England Journal of Medicine. “Un aspetto di rilievo potrebbe riguardare l’espressione di geni che codificano le proteine isolate dal tessuto cerebrale umano vetrificato” spiega Giuseppe Castaldo, Principal Investigator del CEINGE e ordinario di Scienze Tecniche di Medicina di Laboratorio della Federico II. “Tutte le trascrizioni geniche da noi identificate sono presenti nei vari distretti del cervello quali, ad esempio, la corteccia cerebrale, il cervelletto o l’ipotalamo”, aggiunge Maria Pia Miano, neurogenetista presso l’Istituto di Genetica e Biofisica del CNR di Napoli.

Le indagini sui resti delle vittime dell’eruzione non si fermano qui. Il Parco Archeologico ha inserito tra i temi di ricerca prioritari le indagini bioantropologiche e vulcanologiche per l’eccezionale interesse che possono avere non solo nello stretto ambito scientifico ma anche nel campo degli studi storici e del rafforzamento della capacità di gestire catastrofi come l’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. “Gli straordinari risultati ottenuti – conclude Francesco Sirano, Direttore del Parco Archeologico di Ercolano – dimostrano l’importanza degli studi multidisciplinari condotti dai ricercatori della Federico II e l’unicità di questo sito straordinario, ancora una volta alla ribalta internazionale con il suo patrimonio inestimabile di tesori e scoperte archeologiche”.

LEGGI ANCHE  Frodi sui petroli: arrestato imprenditore pregiudicato legato al clan Formicola

Le ricerche in corso vanno nella direzione di una ricostruzione a ritroso delle varie fasi dell’eruzione, valutando i tempi di esposizione alle alte temperature e del raffreddamento dei flussi, che hanno importanza non solo per l’archeologia e la bioantropologia, ma anche per il rischio vulcanico. Queste ed altre informazioni che verranno dagli studi in corso potranno offrire importanti parametri per la gestione delle emergenze nell’area vesuviana.

Il PLoSONE, prestigiosa rivista scientifica a livello internazionale, ha pubblicato i risultati dello studio che è stato eseguito dal team di ricerca dell’antropologo Pier Paolo Petrone di cui fanno parte il professor Massimo Niola (Medicina Legale della Federico II di Napoli), il professor Giuseppe Castaldo (CEINGE-Biotecnologie avanzate di Napoli) e il professor Guido Giordano (Università Roma Tre), in collaborazione con il Direttore del Parco Archeologico di Ercolano, Francesco Sirano, insieme ad altri ricercatori del CNR di Napoli e delle Università Federico II di Napoli, di Roma Tre e della Statale di Milano.

Pier Paolo Petrone è antropologo forense ed è responsabile del Laboratorio di Osteobiologia Umana e Antropologia Forense presso la sezione dipartimentale di Medicina Legale dell’Università di Napoli Federico II ( pipetron@unina.it)


Cronache Tv


Iscriviti alla Newsletter

* campi obbligatori

Altre Notizie

La Ue firma con Moderna la fornitura di altre 300 milioni di dosi di vaccini

La Commissione europea ha firmato con Moderna un secondo contratto per la fornitura di altre 300 milioni di dosi del...
Leggi tutto

Il Comune di Napoli annuncia: slitta al 30 aprile pagamento Tari per i commercianti

La giunta comunale di Napoli ha approvato oggi nel pomeriggio il differimento al 30 aprile del termine per il versamento...
Leggi tutto

Arrestato giovane migrante a Caserta: addosso aveva 46 grammi di hashish già diviso in dose

L’uomo, a seguito di perquisizione personale è stato trovato in possesso di 46 grammi di sostanza stupefacente
Leggi tutto

Francia: Sarkozy condannato a 3 anni per corruzione e traffico influenze. ‘Faremo ricorso’

L'ex presidente francese Nicolas Sarkozy farà appello contro la condanna a 3 anni
Leggi tutto

Festa di compleanno in un agriturismo con 50 invitati interrotta dalla polizia

E’ quanto accaduto nel tardo pomeriggio di domenica 28 febbraio in località Vignarella a San Prisco
Leggi tutto

Piazze di spaccio nell’Agro Aversano gestito dai Milone: in 29 optano per il rito abbreviato

E' quanto accaduto nel corso della prima udienza del processo con gli imputati che sono stati ammessi al rito alternativo.
Leggi tutto

Napoli, oltre alla rimozione del murale ci sono anche le cappelle abusive dedicate al baby rapinatore Ugo Russo

Oltre alla rimozione del murale ci sono anche le cappelle abusive dedicate al baby rapinatore Ugo Russo
Leggi tutto

Napoli, falsa polizza assicurativa per l’autovettura: denunciato il titolare di un’agenzia

Sono in corso ulteriori indagini al fine di accertare ulteriori condotte illecite nei confronti di altri inconsapevoli automobilisti.
Leggi tutto

Il covid stronca un dirigente della squadra mobile di Benevento

#LuigiVoccola, 51 anni è morto stamane all'ospedale Rummo di Benevento dopo oltre un mese di degenza
Leggi tutto

Muscarà: ‘Sartoria Canzanella, grazie a mia mozione tuteleremo eccellenza storica’

“Nostro impegno perché resti a Napoli e dia vita a scuola e museo laboratorio”
Leggi tutto

Contro la violenza di genere, esce il libro ‘100 Donne per Tutte’

Il libro è indirizzato a chi desidera informarsi, conoscere storie di coraggio quotidiano e sostenere un cambiamento culturale dal basso
Leggi tutto

‘Segreti in giallo Edizioni’ compie un anno: la collana editoriale diretta da due sannite

40 le pubblicazioni in catalogo, storie originali e autori da ogni parte d’Italia
Leggi tutto

Covid, si conferma in netta crescita la curva epidemica in Italia: 7,8%

La regione piu' casi e' l'#EmiliaRomagna (2.597), seguita da #Lombardia (2.135) e #Campania (1.896). 
Leggi tutto

Arrestato per falsi incidenti: simulava incidenti per ottenere risarcimenti dalle vittime

Agli arresti domiciliari un 49enne campano
Leggi tutto

Napoli, servizio Alto Impatto nella movida del Vomero

Identificate oltre 300 #persone nel corso dei controlli effettuati da carabinieri, polizia e guardia di finanza
Leggi tutto

Infortunio Ibrahimovic, ironia social: ‘Pronto per il dopo-Sanremo’

Il campione svedese salterà #Udinese, #Verona e #Napoli in campionato, e la doppia sfida con il #Manchester in coppa
Leggi tutto

Ragazza muore investita da auto della polizia durante un inseguimento

E' accaduto in in via Salone a Settecamini, Roma.
Leggi tutto

Covid, il tasso di incidenza in Campania arriva al 13%

Con un minor munero di tamponi diminuiscono i nuovi casi in assoluto ma aumentano anche i morti e le #terapieintensive
Leggi tutto

Napoli, in 600 firmano per Sergio d’Angelo candidato a sindaco

"Siamo un gruppo di operatori sociali, scrittori, imprenditori, artisti, professionisti di vario genere e semplici cittadini napoletani. Chiediamo a Sergio...
Leggi tutto

Salerno, giovani pusher catturati dalla polizia a Pastena

I tre sono stati sorpresi a spacciare davanti a un bar del #quartiere
Leggi tutto


Ti potrebbe interessare..