Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Coronavirus

Monte di Procida, scuole chiusi e mini lock down per i troppi contagi

Pubblicato

in



Scuole chiuse e divieto di riunirsi in più di 10 persone a Monte di Procida dove si è registrato di recente un preoccupante aumento di contagi da coronavirus.

 

Il sindaco Giuseppe Pugliese ha firmato un’ordinanza con la quale dispone un “mini lockdown” con una serie di misure prese “in via precauzionale, temporaneamente e in attesa del completamento del necessario contact tracing per la definizione dei link epidemiologici”. L’ordinanza prevede la chiusura di tutte le scuole pubbliche e private, di ogni ordine e grado, per le giornate di domani, lunedì 12 ottobre, e martedì 13 ottobre, e il divieto ai cittadini montesi, anche in caso di festeggiamenti (nell’ordinanza si cita esplicitamente il caso delle comunioni), di riunirsi in più di 10 persone anche presso ristoranti, sale o bar.

“In tali occasioni – si legge nell’ordinanza – sarà possibile incontrarsi utilizzando necessariamente la mascherina, fatto salvo strettamente il momento del pasto”. L’ordinanza dispone inoltre la chiusura delle sale gioco e sale scommesse, la sospensione di tutte le manifestazioni e gli eventi pubblici, la chiusura dei centri anziani, dei circoli ricreativi e delle palestre e la sospensione di tutte le attività sportive, in forma individuale e di squadra, sia di tipo professionale che amatoriale. Chiuse infine anche le aree gioco per bambini.Il sindaco Pugliese ha spiegato che sono 11 i nuovi casi positivi, dato che porta il totale degli attualmente positivi a 33 “di cui 10 quelli comunicati ufficialmente dall’Asl e 23 quelli che derivano da tamponi effettuati presso strutture private. Gli ultimi concittadini risultati positivi sono per lo più asintomatici, qualcuno presenta una lieve sintomatologia”. Il sindaco di Monte di Procida ha concluso rivolgendosi ai cittadini: “Non facciamoci prendere dal panico e rispettiamo le regole”.

Intanto la Asl Napoli 2 Nord ha diffidato il Comune di Monte di Procida dal realizzare screening su cittadini sospetti di contagio da Covid-19 “utilizzando un laboratorio privato non autorizzato per tale attività”. L’Azienda è stata informata da alcuni medici di medicina generale “che un laboratorio privato, che non sarebbe accreditato per l’elaborazione dei tamponi, starebbe effettuando test per il Covid-19. Alla luce di tali informazioni – si legge in una nota – il Dipartimento di prevenzione dell’Asl Napoli 2 Nord ha diffidato il Comune di Monte di Procida dallo svolgimento di tale attività. L’affidabilità del test per il Covid-19 è fondamentale per circoscrivere il contagio ed evitare la possibilità che pazienti contagiati, risultati come falsi negativi, possano trasmettere il virus. Per questa ragione la Regione Campania ha autorizzato ad effettuare esami per Covid-19 solo centri privati con una capacità operativa utile a garantire l’affidabilità di tale esame”. Il personale dell’Azienda sanitaria ha avviato i controlli sul laboratorio protagonista della vicenda “per verificare se ricorrano le condizioni per l’applicabilità delle sanzioni previste per lo svolgimento di attività sanitaria non autorizzata”. In questi casi, sottolinea la Asl, “possono essere previste sanzioni che arrivano fino alla revoca della convenzione con il Servizio sanitario”. Per la giornata di oggi, a Monte di Procida, la Asl allestirà presso il Comune un punto di effettuazione tamponi straordinario per sottoporre a screening circa 200 persone, partecipanti a un matrimonio che ha fatto registrare la presenza di alcuni casi positivi. Tale attività è stata programmata per verificare gli esiti dei tamponi effettuati in modo irregolare e avere certezza sui contagi.

Continua a leggere
Pubblicità

Flash News

Incredibile: focolaio all’interno dell’ospedale covid di Boscotrecase, contagiati 41 tra medici e e infermieri

Pubblicato

in

Incredibile : è scoppiato un focolaio  addirittura all’interno dell’ospedale covid di Boscotrecase. Ci sono 41 contagiati tra medici e infermieri e perfino Carlo Gaudioso direttore della terapia sub intensiva risulta contagiato. I sindacati hanno chiesto di fermare i ricoveri.

 

Michele Maddaloni della Cgil e Gennaro Cesarano della Uil hanno scritto ai vertici dell’Asl Napoli 3 Sud sostenendo che “la situazione è insostenibile e per questo bisogna adottare dei correttivi sia per quanto riguarda i percorsi sporco-pulito, sia per quanto riguarda i dispositivi di protezione individuali (Dpi) che dovrebbero avere una tenuta di sicurezza molto alta. Non si riesce a capire la differenza della prima ondata di marzo, dove i contagi erano stati fortemente limitati, cosa stia accadendo. Probabilmente la ricerca di ampliare i posti letto può essere una concausa nella trasmissione dei contagi, i quali si succedono a ritmi incalzanti. Occorre agire subito”.
I sindacati chiedono “un immediato blocco dei ricoveri, e una altrettanta sospensione dell’apertura di nuovi posti letto, un celere impiego di personale da arruolare anche con provvedimenti extra, considerato che il numero dei posti letto da 34 è già stato portato a più di 80 e il personale che è stato immesso in servizio non è riuscito nemmeno a compensare le uscite dei lavoratori contagiati”. La direzione dell’Asl Napoli 3 Sud ha fatto partire un’indagine interna per capre se c’è stata una falla nel sistema e come sia potuta capitare una cosa del genere in un luogo dove la sicurezza del personale dovrebbe essere al primo posto. E’ partito anche uno screening su tutto il personale con tamponi a tappeto. Operazione che si concluderà nei primi giorni della prossima settimana.

Continua a leggere

Flash News

De Luca annuncia: ‘Ascierto capofila della ricerca per il vaccino su sequenza genetica’

Pubblicato

in

Vaccino ascierto

De Luca annuncia: ‘Ascierto capofila della ricerca per il vaccino su sequenza genetica’.

ì”Si sta lavorando alla preparazione di un vaccino sotto la direzione del dottore Ascierto del Pascale, d’intesa con lo Spallanzani di Roma e un altro ospedale di Milano”. Ne ha dato notizia il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nel corso della diretta Facebook. “Capofila di questa ricerca – ha spiegato De Luca – è il dottor Ascierto, si sta lavorando per la produzione di un vaccino anti Covid che interviene sulla sequenza genetica del cittadino. E’ una ricerca di avanguardia che speriamo possa produrre risultati in tempi rapidi”.

Continua a leggere

Le Notizie più lette