I carabinieri trovano palestra aperta a Casoria: multato il titolare

SULLO STESSO ARGOMENTO

Casoria: Controlli dei carabinieri per limitare il contagio. Una palestra era aperta.

I Carabinieri della Compagnia di Casoria continuano più che mai nei servizi di controllo del territorio finalizzati a verificare il rispetto delle recenti normative anti-covid volte al contenimento della pandemia. Sanzioni per il mancato utilizzo dei dispositivi di protezione (mascherine) e per spostamenti interprovinciali ingiustificati. Alcuni ragazzi, infatti, sono stati fermati dai Carabinieri della sezione radiomobile: provenivano dalla provincia di Caserta ed erano a Casoria senza alcuna legittima motivazione prevista dalle recenti normative.

L’attenzione è stata poi rivolta anche al controllo degli esercizi commerciali e palestre; a Casoria, i militari della locale stazione hanno sanzionato il titolare di un Bar che continuava a lavorare oltre l’orario consentito. Per il Bar anche la chiusura temporanea di 5 giorni.

Ad Arpino di Casoria, i militari della Sezione Radiomobile hanno scoperto una palestra che sembrava apparentemente chiusa (la saracinesca era abbassata), ma in realtà l’attività era pienamente operativa. I Carabinieri hanno sentito dei rumori provenre dall’esercizio ed hanno controllato. All’interno della palestra erano presenti il titolare e alcuni avventori in tenuta ginnica. Al gestore è stata elevata la sanzione amministrativa e l’immediata chiusura del locale.







LEGGI ANCHE

Camorra, sequestro beni allo sponsor della Casertana calcio

Sequestro beni per oltre 1,5 milioni di euro a imprenditore ritenuto contiguo al clan Belforte dei Marcianise. E tra i beni sequestrati c'è anche...

La camorra spara a Pomigliano e Torre Annunziata: bossoli in strada

La provincia di Napoli è stata scossa da due sparatorie nella serata di ieri. I carabinieri sono intervenuti in due città diverse dopo la...

Marigliano, picchia il dirigente Asl che rifiuta di cambiargli il medico di base

A Marigliano, un uomo di 67 anni è stato denunciato dai carabinieri per aver reagito in modo violento al rifiuto di cambio del medico...

Clan Vanella Grassi: morto in carcere il boss Vincenzo Esposito, detto ‘o Porsche

Vincenzo Esposito, noto come ‘o Porsche, boss della Vanella Grassi, è morto in carcere a Parma, dove era detenuto da tempo. Secondo fonti investigative,...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE