Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Rubriche

NarteA, una visita teatralizzata al Museo del Tesoro di San Gennaro per celebrare il santo patrono di Napoli

Pubblicato

in



Sabato 19 settembre, in occasione delle celebrazioni per il santo patrono di , l’associazione culturale propone, a partire dalle ore 19, la visita teatralizzata “Januaria” al Museo del Tesoro di Sa Gennaro

 

 

Sabato 19 settembre, in occasione delle celebrazioni per il santo patrono di Napoli, l’Associazione culturale Nartea, propone a partire dalle ore 19.00 la visita teatralizzata Januaria – Una notte al Museo del Tesoro di San Gennaro (in apertura straordinaria). A condurre il pubblico alla scoperta dell’unico tesoro in grado di competere con quello della corona inglese, la guida Matteo Borriello e gli attori Antimo Casertano e Daniela Ioia, interpreti di aneddoti connessi al culto del santo più venerato al mondo; testi di Febo Quercia e Antimo Casertano. Al termine dell’evento è prevista una degustazione di vino campano.

Per partecipare è necessaria la prenotazione: 380 90 49 909 o 333 3152415.
Costo del biglietto, 15 euro

La visita teatralizzata attraversa un arco temporale di circa settecento anni, recuperando testimonianze storiche e leggende fantasiose connesse all’accumulo di preziosi quali la celebre mitra gemmata dell’orafo Matteo Treglia – composta da 3694 pietre preziose e realizzata nel 1713 su commissione della Deputazione di San Gennaro -; la leggendaria collana da fare invidia alla corona inglese, in oro e argento, fatta da Michele Dato nel 1679 e arricchitasi fino al 1879 di varie pietre con le donazioni di regnanti di tutta Europa. E ancora, i doni fatti recapitare al santo da Napoleone, da Papa Pio IX e da Re Umberto I e Margherita di Savoia.

Nelle sale che ospitano il magnifico tesoro, il pubblico incontrerà Eusebia Januario (interpretata da Daniela Ioia), parente del santo e discendente di colei che ne conservò il sangue nelle ampolle e Giuseppe Navarra (Antimo Casertano), detto il re di Poggioreale, famoso per aver recuperato alla città di Napoli il tesoro stipato in Vaticano allo scoppiare della seconda guerra mondiale e reso celebre dal film di Dino Risi Operazione San Gennaro.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Musica

Sound Bocs, si è conclusa la prima music farm a sfondo civile mai realizzata in Europa

Pubblicato

in

Sound Bocs, prima residenza artistica a sfondo civile mai realizzata in Europa firmata dall’Associazione Musica contro le mafie, si è conclusa conquistando millenials e post millennials, in reale e in virtuale. Una doppia sfida vinta quella data dal distanziamento fisico e dal coinvolgimento di artisti under 35 che si sono impegnati nella creazione di un brano a sfondo civile.

 

È infatti ai giovani che si rivolge il progetto di residenza diretto da Gennaro de Rosa, nato non solo per trasmettere buone pratiche ma per coltivarle. Per 15 giorni i BoCs Art di Cosenza, sulle rive del fiume Crati, sono stati la casa creativa di 10 giovani artisti: una vera e propria fattoria musicale in grado di dedicarsi al presente attraverso la trasmissione di valori positivi.

Sono stati tanti i temi trattati nei brani dai residenti – gli artisti Cadmo, Cance, Ciarz, Gero, Giulia Zedda, Laura Pizzarelli, la band Le cose importanti, Massimonero, Misga e il duo Poesia Potente e Chitarra Tonante – dal razzismo alla mafia, alla crisi ambientale. Dieci talenti provenienti da ogni parte d’Italia che in 15 giorni non solo si sono dedicati a creazioni di altissimo livello ma hanno lavorato assieme aiutandosi a vicenda e facendo comunità.

«Cercare di diffondere valori importanti come la giustizia sociale, la tutela dei diritti, la legalità democratica, l’uguaglianza, è una grandissima responsabilità e ha un peso considerevole – commenta il direttore artistico Gennaro de Rosa – per questo pensiamo da sempre che la musica, grazie alla sua grande forza comunicativa, possa essere la giusta chiave, per diffondere con leggerezza, che non è superficialità, buone idee e buone prassi da coltivare e condividere tra i giovani».

Un seguito di oltre 45.000 spettatori per le dirette in streaming, più di 180.000 persone raggiunte ed un numero superiore a 90.000 interazioni tra social e la diretta Youtube h24 per un format del tutto originale che unisce il web reality al talent guardando però ai contenuti prima che all’intrattenimento. A vincere la prima edizione di Sound Bocs il duo “Poesia Potente e Chitarra Tonante” dalla Brianza e da Bergamo.

Gli artisti “Poesia Potente e Chitarra Tonante” approderanno a Casa Sanremo, nella settimana del festival della Canzone italiana, per presentare, nell’ormai consolidata e seguitissima cerimonia di premiazione del Premio Musica contro le mafie, il “Sound Bocs Diary”, un libro di lettura aumentata creato dagli stessi artisti durante la Music Farm.

Sound Bocs è un progetto supportato da “Perchicrea” di MIBACT e SIAE.

Continua a leggere



Donna

Mascherina VS makeup: dritte e consigli utili per una serena convivenza

Pubblicato

in

In questi mesi, la mascherina è diventata parte di noi: uscire senza equivale a dimenticare le chiavi di casa o lo smartphone. È per questo che abbiamo preparato una piccola guida sui consigli da seguire e sui prodotti makeup e skincare da usare per indossare la mascherina senza fare a meno del nostro tanto amato trucco.

La mascherina può provocare alla pelle del viso rossori o infiammazioni, poiché isolando la zona della bocca e del naso, si crea umidità, come se ci fosse un clima diverso da quello esterno. Ma c’è un modo per evitare che questo accada: una perfetta pulizia e idratazione del viso.

Il primo consiglio è evitare l’esfoliazione del viso, per esempio con scrub, perché la pelle è già “stressata” dal microclima umido che si sviluppa indossando la mascherina. Le parole d’ordine devono essere idratazione e delicatezza. E, perché no, anche nutrizione.

Ideale per una profonda pulizia del viso è l’emulsione equilibrante Tea Tree di Aromatica, che aiuta a prevenire la formazione di grasso sulla pelle e mantiene costantemente la pelle pulita. Da usare mattina e sera, questa emulsione è stata studiata per essere completamente naturale, e le sue proprietà sono idratanti, lenitive e nutrienti.

La pulizia del viso è da completare con il tonico equilibrante Tea Tree, sempre di Aromatica. È un prodotto completamente naturale, adatto a tutti i tipi di pelle ma ideale per quelle davvero grasse, poiché riesce a migliorarne la grana se usato quotidianamente.

L’emulsione e il tonico equilibranti sono entrambi disponibili sullo shop online di Abiby Italia, e si possono usare anche se non si ha la pelle grassa ma secca o sensibile poichè, come detto, sono ottimi per una profonda pulizia della pelle. Se si ha la pelle grassa o molto grassa, invece, il consiglio è applicare, dopo l’emulsione e il tonico, una crema viso purificante.

Ad esempio, ottima quella di Lei Natura, un trattamento ideato apposta per le pelli grasse, che sembrano quasi unte, perché ha una consistenza leggera e contiene la torba moor. La torba moor è costituita da diversi strati di piante, erbe e fiori sommersi che, una volta lavorata, diventa un fango capace di purificare, rendere elastica la pelle, riequilibrare, ossigenare ed evitare la comparsa di acne e dermatiti. Insomma, un vero e proprio toccasana per la pelle del viso. È utile usare questa crema mattina e sera, tutti i giorni, dopo aver pulito a fondo il viso. La purificazione e la protezione saranno assicurate!

Riguardo al makeup, invece, è fondamentale usare fondotinta o BB cream molto leggere e idratanti. Sì al correttore, ma solo per nascondere eventuali occhiaie.

Il nostro consiglio è non usare il correttore nella zona del viso coperta dalla mascherina, poiché il clima umido che si sviluppa lì potrebbe provocare arrossamenti o seccare troppo la pelle.

Continua a leggere



Pubblicità

Pubblicità

DALLA HOME

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette