Napoli: tre uomini arrestati dai “Falchi” per droga e rapina

SULLO STESSO ARGOMENTO

Ieri notte i “Falchi” della Squadra Mobile, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno notato alle Rampe San Giovanni Maggiore a Pignatelli un uomo in sella a un motoveicolo che ha consegnato qualcosa a due persone in cambio di denaro.

I poliziotti li hanno bloccati ed hanno trovato i due acquirenti in possesso di due involucri di cocaina, mentre lo spacciatore deteneva ancora una bustina di marijuana del peso di circa 1,5 grammi e la somma di 40 euro.
Bruno Rinaldi Tracano, 30enne napoletano con precedenti di polizia, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, mentre gli acquirenti sono stati sanzionati amministrativamente.
Inoltre, stanotte i “Falchi” transitando in corso Umberto I sono stati avvicinati da un uomo che ha raccontato di essere stato aggredito da due persone che, poco prima, avevano tentato di rapinarlo del suo borsello.
Grazie alle descrizioni fornite dalla vittima, i poliziotti hanno rintracciato e bloccato i due malviventi, Gennaro Sorgente, 25enne di Somma Vesuviana, ed Enzo Capocotta, 29enne di Mugnano di Napoli, entrambi con precedenti di polizia, e li hanno arrestati per tentata rapina aggravata.





LEGGI ANCHE

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024

Oroscopo di oggi 21 febbraio 2024: le previsioni dello zodiaco segno per segno ARIETE: Oggi potresti sentirti particolarmente energico e motivato a raggiungere i tuoi...

Avellino, scoperti telefoni e droga nella cella del boss

La polizia penitenziaria ha effettuato una perquisizione straordinaria nella cella di un boss della camorra all'interno del carcere di Avellino, dove sono stati scoperti...

Quali sono le squadre di Serie A più in forma nell’ultimo mese?

A dominare la classifica generale delle statistiche dell’ultimo mese sono Atalanta e Inter, mentre al terzo posto c’è il Bologna. La Roma entra nella...

Castellammare, fermato il presunto killer di Alfonso Fontana. Funerale show al “Fasano”

Fermato il ras del Bronx, Catello Martino detto "puparuolo". Un furto la causa dell'omicidio

Camorra, il boss latitante Dario Federico: “Marina di Stabia? Oramai è il mio feudo…”

Le intercettazioni che inchiodano il boss latitante di Pompei, Dario Federico che dopo aver picchiato e minacciato il responsabile commerciale del porto di Marina di Stabia ha ottenuto una serie di "favori"

IN PRIMO PIANO

LE VIDEO STORIE