Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy

Cronaca Napoli

Napoli, rapinarono un Rolex da 10mila euro a un turista inglese: arrestati in due. IL VIDEO

Pubblicato

in



Napoli, rapinarono un Rolex da 10mila euro a un turista inglese: arrestati in due. Il turista era stato anche ferito.

 

Nella mattinata odierna, su delega della Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Napoli, personale della Squadra Mobile ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, nei confronti di  Marco Mele nato a Napoli il 10.06.1991 e  Emanuele De Rosa nato a Napoli il 20.11.1995 gravemente indiziati dei reati di rapina aggravata e lesioni aggravate.

La sera del 20 luglio scorso in Corso Arnaldo Lucci è stata perpetrata la rapina di un orologio marca Rolex del valore di circa 10000 euro a danno di un turista inglese; la vittima è stata scaraventata al suolo riportando una ferita lacero contusa alla testa suturata con 3 punti.
L’attività investigativa coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli ha ricostruito le fasi antecedenti e successive al reato, delineando il modus operandi dei presunti rapinatori che hanno seguito la vittima per circa 20 minuti in attesa del momento propizio per agire. La parte offesa, in visita nella città di Napoli per partecipare ad un meeting degli operatori delle basi NATO d’Europa, è stata dapprima individuata nel centro storico e pedinata in ogni suo spostamento fino al Corso Arnaldo Lucci ove è stata aggredita con una mossa fulminea da un giovane che, dopo avergli strappato con violenza l’orologio dal polso, è stato raggiunto da un complice a bordo di uno scooter con il quale si è dato alla fuga.
All’esito delle indagini il personale della Squadra Mobile ha recuperato la refurtiva che è stata riconsegnata alla parte offesa.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca Napoli

Napoli, troppe assenze all’Anm, de Magistris: ‘Attacco criminale’

Pubblicato

in

napoli anm

Napoli, troppe assenze all’Anm, de Magistris: ‘Attacco criminale’.

 

“Ormai non ci sono piu’ dubbi, da tempo, da giorni, da settimane e’ in atto un attacco criminale e premeditato da parte di addetti al servizio Pubblico Anm ai danni dei napoletani e della citta’ in un momento storico di grande sofferenza, di pandemia, con la Galleria Vittoria chiusa. Tutto cio’ ormai non e’ piu’ sopportabile. Se non saranno interrotte queste attivita’ criminali il servizio pubblico non potra’ piu’ essere garantito e quindi per colpa di pochi la citta’ verra’ messa in ginocchio”. E’ quanto affermano, in una nota, il Sindaco Luigi de Magistris e la Giunta comunale nel commentare la notizia dell’ennesima “malattia di massa” di personale all’Anm. Oggi saranno assenti undici agenti di stazione della Metropolitana che, prosegue la nota del Comune, “comportera’ la limitazione del servizio a Dante e tre capiservizio delle Funicolari che comportera’ la chiusura del servizio della funicolare di Chiaia che dovra’ chiudere oggi pomeriggio e domani”.

 

“Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris si è scagliato duramente contro l’Anm, l’azienda dei trasporti partenopea. Secondo il primo cittadino, le assenze sarebbero un attacco criminale premeditato’. Parole durissime quelle di de Magistris, che meritano approfondimento. Chiediamo che venga aperta al più presto un’indagine per verificare quanto detto dal Sindaco: se avesse ragione ci troveremmo davanti ad un fatto di una gravità assoluta ai danni di tutti i cittadini. Vada assolutamente fatta chiarezza. C’è da dire che, come denunciamo da tempo, troppi dipendenti pubblici fanno i furbi con ‘finte malattie’ a discapito dell’azienda e del servizio, che già è disastroso. Una vergogna che costringe i cittadini ad aspettare anche 30 minuti per una metropolitana o ore intere per un pullman. Siano aumentati i controlli e puniti duramente i furbetti”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde.

Area degli allegati

Continua a leggere



Cronaca Napoli

Napoli, controlli della polizia a Materdei: 120 persone identificate

Pubblicato

in

napoli controlli materdei

Napoli, controlli della polizia a Materdei: 120 persone identificate.

 

Ieri sera gli agenti del Commissariato Dante e della Polizia Locale, con il supporto dei Nibbio e delle Unità Cinofile dell’Ufficio Prevenzione Generale e degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nella zona “Materdei” tra piazza Museo Nazionale e via Pessina.

Nel corso dell’attività sono state identificate 120 persone, di cui 55 con precedenti di polizia, e controllate 19 autovetture e 47 motoveicoli; inoltre, sono state contestate 28 violazioni del Codice della Strada di cui 8 a conducenti di motocicli per mancata copertura assicurativa, elevando sanzioni per un totale di circa 17.892 euro e sottoponendo 8 scooter a sequestro

Continua a leggere



Pubblicità

DALLA HOME

Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

Inserisci la tua email:

Gestito da Google FeedBurner

Le Notizie più lette