Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità

Seguici sui Social
Privacy Policy Cookie Policy


Politica Campania

Campania, istituito dipartimento “Salute & Benessere” dell’Udc. Il coordinatore regionale Falanga: “Al lavoro per una sanità a misura d’uomo”

Pubblicato

il

campania salute e benessere


NAPOLI. Su impulso di Paolo Barba, coordinatore per la provincia di Caserta dell’Udc, il coordinatore campano del partito, sen. Ciro Falanga, ha istituito il dipartimento tematico “Salute & Benessere” di cui ha affidato la direzione scientifica e la responsabilità organizzativa al prof. Antonio Salvatore.

“Si tratta di un’assoluta novità nel panorama politico regionale” spiega Falanga secondo cui, “la piattaforma di obiettivi che caratterizza il neonato dipartimento, risponde a quella “natura composita di vecchie e nuove esigenze della cittadinanza negli ambiti diversi, ma collegati, della sanità, della salute e del benessere intesi nella loro più ampia accezione”. “Lo tsunami sanitario economico e sociale che si è abbattuto sul nostro Paese – sottolinea ancora il leader regionale dell’Unione di Centro – ha ulteriormente aggravato i livelli di benessere e di qualità della vita della popolazione, facendo emergere le patologiche inefficienze in dove, ahinoi, sono cresciute a dismisura le disuguaglianze economiche, si sono complicate le condizioni di cura per coloro i quali soffrono di altre patologie e sono, via via, aumentati gli ostacoli nell’accesso ai servizi sanitari di base”.
Il neonato dipartimento si occuperà pertanto di “monitorare la qualità dei servizi socio-sanitari, di studiare gli indicatori ambientali e i fenomeni di inquinamento-degrado, di analizzare la tenuta dei servizi di assistenza ospedaliera, di proporre politiche di prevenzione, interventi socio-sanitari, strategie di miglioramento della qualità della vita, servizi di sostegno sociale e iniziative di contrasto alla povertà”. “Con lo spirito di dar vita ad un laboratorio di conoscenze e saperi, il dipartimento catalizzerà il contributo di tutti gli attori dei sistemi che incidono sulla salute e il benessere regionale e svilupperà proposte di governo per la , orientate alla tutela della salute delle comunità locali ed al loro benessere economico-sociale” conclude il coordinatore regionale dell’Udc.
Continua a leggere
Pubblicità

Coronavirus

Sale la curva dei contagi in Campania nelle ultime 24 ore: 2924 positivi e 63 vittime

Pubblicato

il

campania contagi

Sale leggermente la curva dei contagi in . Nelle ultime 24 ore, secondo quanto rende noto l’Unita’ di Crisi della Regione , sono 2.924 i positivi – 2650 asintomatici – su 22.301 tamponi esaminati.

La percentuale positivi-tamponi e’ pari al 13,1%; ieri era pari al 12,6%. Sale a 63 il numero dei decessi: 37 nelle ultime 48 ore e 26 in precedenza ma registrati ieri a seguito di accertamenti. 2.263, invece, le persone guarite. Questo il report posti letto su base regionale: Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656; Posti letto di terapia intensiva occupati: 184; Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (posti letto Covid ed offerta privata); Posti letto di degenza occupati: 2.188.

Questo il bollettino di oggi:
Positivi del giorno: 2.924
di cui:
Asintomatici: 2.650
Sintomatici: 274
Tamponi del giorno: 22.301
Totale positivi: 148.942
Totale tamponi: 1.530.803
Deceduti: 63 (*)
Totale deceduti: 1.546
Guariti: 2.263
Totale guariti: 43.414
* 37 deceduti nelle ultime 48 ore e 26 deceduti in precedenza ma registrati ieri a seguito di accertamenti
Report posti letto su base regionale:
Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 184
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (*)
Posti letto di degenza occupati: 2.188
* Posti letto Covid e Offerta privata

Continua a leggere

Coronavirus

Covid in Campania, De Luca: “Pugno di ferro contro buontemponi che nascondono posti in terapia intensiva”

Pubblicato

il

covid in campania

Napoli. “C’e’ qualche buontempone che quando arriva la richiesta di terapia intensiva alle otto di sera dice che non ci sono posti liberi perche’ magari poi deve fare la nottata”. Lo ha denunciato il presidente Vincenzo De Luca, nella sua diretta Facebook, parlando della gestione dell’emergenza Covid in . “Abbiamo il 99% del nostro personale che sta facendo un lavoro immane ma una piccola percentuale di farabutti che cerca di non fare il proprio dovere. Andremo fino in fondo nell’accertare anomalie comportamentali e andremo con il pugno di ferro avanti”. “Abbiamo registrato nel corso di queste settimane che quando arrivano telefonate al 118 per mandare qualcuno in terapia intensiva, e’ capitato che qualcuno abbia risposto dagli ospedali ‘non abbiamo nessun posto libero’. Siccome – spiega – i posti di terapia intensiva sono governati a dimensione regionale, non ospedale per ospedale, ci e’ capitato di verificare qualche volta che avevamo nella cabina di regia regionale la segnalazione di posti liberi in terapia intensiva, poi ci chiamavano dal 118 e riferivano che dall’ospedale X avevano detto che non c’era un posto libero”. “Questa situazione e’ capitata piu’ volte in orario serale – aggiunge – la sensazione che abbiamo avuto e’ che c’e’ qualche buontempone che quando arriva la richiesta di terapia intensiva alle otto di sera dice che non ci sono posti liberi perche’ magari poi deve fare la nottata. Questa anomalia l’abbiamo registrata negli anni passati in relazione ai posti di pronto soccorso. Quando arrivava qualcuno il sabato pomeriggio non c’erano posti perche’ qualcuno doveva farsi il fine settimana”.

Continua a leggere

Le Notizie più lette