Seguici sui Social

Dalla Rete

Ancora TIK TOK : ora bloccano anche hashtag LGBT #gay

PUBBLICITA

Pubblicato

il



TikTok censura gli hashtag LGBT in Russia e in Arabia Saudita?

Nemmeno poche ore riguardo la censura in Italia relativa alla Cronaca Locale in Campania ed arriva un’altra segnalazione ancora riguardante il mondo LGBT.
Infatti in Russia e in Arabia Saudita Tik Tok avrebbe bloccato video,users e hashtag inerenti a questa sigla.
Questo è stato segnalato dal sito Quartz, ; secondo loro il social network starebbe oscurando alcuni contenuti in determinati paesi del mondo. Russia, Bosnia, Giordania, Arabia Saudita: chi volesse cercare in queste aree dei TikTok con hashtag legati alla comunità arcobaleno, potrebbe rimanere solo con una schermata bianca.

TikTok starebbe censurando gli hashtag come #gay in alcune lingue, tra cui il russo, l’arabo e il bosniaco, stando ad alcuni rapporti pubblicati dall’Australian Strategic Policy Institute. Stesso discorso valido anche per #transgender ed espressioni come I am gay o I am lesbian, oscurati senza alcuna riserva. I più pratici di tecnologia sanno che ci stiamo riferendo al cosiddetto “shadow ban“. Che cos’è lo shadow ban? Un’azione che consente di nascondere un determinato contenuto agli occhi degli utenti, di renderlo praticamente invisibile.

E possiamo proprio aggiungere a questa lista anche l’Italia visto che il nostro video censurato aveva tra gli hashtag anche appunto #gay

Censura su TikTok ? Il social cinese respinge le accuse

L’ascesa di Tik Tok ha creato un problema serio a livello di sicurezza mondiale perchè ha messo il Partito Comunista Cinese in una posizione da cui può modellare l’ambiente dell’informazione sia cinese ma a questo punto del mondo intero usando le stesse modalità con cui gestisce il potere nei propri confini,infatti questa cosa è stata segnalata anche nel report dell’Australian Strategic Policy Institute. L’istituto ha registrato un certo timore per quanto sta accadendo in giro per il mondo, dal momento che TikTok rimane un portale anche per le notizie per tanti giovanissimi.

LEGGI ANCHE  L'autopsia su Maradona: 'Niente droghe ne alcol, ma una cardiopatia mal curata'

La risposta di Tik tok a questi dubbi e timori sono state molto generiche e sicuramente non hanno placato le polemiche; infatti hanno dicihiarato che loro sostengono da sempre creator appartenenti alla LGBTQ e che alcuni limiti rispondono soltanto alle linee guida nazionali di ciascun paese ; mentre gli altri hashtag, sono stati oscurati perché (a detta loro) sono spesso usati per condividere e consultare contenuti a luci rosse.


In ogni caso tutto questo è INACCETTABILE e non è possible che un social che dovrebbe unire le persone crei differenze e divisioni senza il minimo rispetto civile

Restiamo in attesa di una risposta ufficiale da parte di Tik Tok Italia ma nel frattempo solidarietà a tutta la community LGBT Italiana e non


Continua a leggere
Pubblicità

Curiosita e Passatempo

Ora Trump viene rimosso anche dal film Mamma ho perso l’aereo 2

Macaulay Culkin ,il ragazzino protagonista del film,è d’accordo con la rimozione di Trump da una scena del film

Pubblicato

il

Macaulay Culkin, il famoso ragazzino biondo protagonista della saga “Mamma ho perso l’aereo” , ha risposto su Twitter ad alcuni utenti riguardo la possibilità di eliminare il cameo di Donald Trump nel secondo film della saga Mamma, ho perso l’aereo 2, il cui titolo italiano completo è Mamma, ho riperso l’aereo: mi sono smarrito a New York.

Infatti alcuni utenti hanno lavorato ad una sorta di rimozione dell’apparizione dell’ex-presidente degli Stati Uniti, e Culkin si è espresso in favore di questi “tagli” addirittura lanciando una sorta di petizione “ufficiale” per rimuovere dal film originale la scena in questione

LEGGI ANCHE  Cala di nuovo il contagio covid in Campania: oggi la percentuale all'8,25%

Dopo gli eventi tragici di Capitol Hill molta dell’opinione pubblica si è schierata in maniera netta contro Donald Trump. L’ambiente di Hollywood è stato sempre contro il tra poco ex Presidente degli Stati Uniti, e Culkin sembra non smentire questa tendenza.

Per Donald Trump si prospettano sempre di più mesi difficili

Continua a leggere

Le Notizie più lette