Torre Annunziata. E’ caccia ai killer che nella prima serata di ieri hanno fallito un agguato contro il ras del clan Gionta, Salvatore Palumbo detto Tore o’ maccato e suo figlio in pieno corso Vittorio Emanuele.

 

I poliziotti del locale commissariato di polizia diretto da Claudio De Salvo stanno analizzando le immagini delle telecamere pubbliche e private presenti nella zona per risalire agli autori del fallito raid di morte. I killer erano in sella a una moto di grossa cilindrata e con il capo coperto da caschi integrali. Quello seduto sul sellino posteriore ha esploso 5 colpi all’indirizzo di Palumbo che si trovava sotto i portici vicino al negozio del figlio. C’è stato un fuggi fuggi generale. I proiettili si sono conficcati contro due auto in sosta ma hanno mancato il bersaglio. Subito dopo la fallita missione di morte i sicari si sono allontanati facendo perdere le tracce. Gli agenti del locale commissariato che si trova a pochi metri dall’agguato hanno interrogato per alcune ore la mancata vittima e  il figlio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Torre Annunziata, ferito a colpi di pistola il genero del boss Valentino Gionta

Torre Annunziata, danneggiarono l’ospedale Covid-19 per far curare il boss ferito: arrestati

La pista porta al nuovo clan che punta a chiudere i conti con i “vecchi” del clan Gionta usciti dal carcere negli ultimi mesi come è capitato lo scorso mese con il ferimento del ras Giuseppe Carpentieri e poi le stese e la bomba contro la concessionaria di auto.

 

 



Pubblicità'

Uccide la madre e si getta dal nono piano

Notizia Precedente

Napoli, inaugurata la scultura ‘Totò…a Livella’

Prossima Notizia